La Nocerina cerca l’attaccante

Un’occhiata a tre o quattro ragazzi in prova. Ma soprattutto tanti incontri e tante telefonate per Accardi, ds alle prese col completamento della rosa. Due ’90: Fabio Ponzo, cresciuto nel Torino, e Giuseppe Bruno, esperienze baby pregresse con Lazio e Messina. Assieme a loro, un ’89: trattasi di Andrea Borselli, prodotto Pisa. Tutti e tre verranno visti all’opera da Pastore nel corso del test di domani alle 18: appuntamento al San Francesco coi disoccupati del pallone che fanno riferimento al Team Salerno Soccer di Alberto Monetta. Coi tre, l’appena arrivato Luca Borrelli, attaccante di scorta, il provinando straniero Ljubisa Strbac, altro attaccante unitosi al gruppo a partire di ieri, e probabilmente pure Angelo Lopetrone, centrocampista nocerino ex Vigor Lamezia che ha cominciato ad allenarsi a titolo di ospitalitá.

Il mercato della Nocerina pone in primo piano la definizione dell’accordo con un attaccante di categoria.
Il più vicino in assoluto continua ad essere il calabrese Piemontese, con Viterbese e Rovigo nelle ultime stagioni. Piace come caratteristiche, ha un costo inferiore alle grandi cifre chieste da altri candidati o contattati dello stesso ruolo, è nel momento decisivo della carriera e quindi con motivazioni andanti al di sopra della media. Con Piemontes si potrebbe chiudere facile o quasi. Ma la Nocerina, prima di scegliere l’elemento destinato a giocare o ad alternarsi coi confermati Palumbo e Babatunde, vuol tentare di percorrere tutte le strade possibili di mercato. Ecco allora l’interesse manifestato per l’italo-argentino Luis Arcamone, che ha rotto con il Pescina e che ha contatti col Siracusa. Ecco pure i non del tutto tralasciati contatti con Falomi ed altri. Non c’è fretta. Però c’è la necessitá di intensificare, non tanto in proiezione Coppa Italia quanto in vista del campionato al via il 23 agosto.

 

Marco Mattiello, La Città di Salerno (FOTO Ciro Pisani)