Nocerina a caccia del bomber. E De Rosa fa gli straordinari

L’attaccante tanto atteso probabilmente non sará lui. Però il giovanotto ci prova. Si tratta del brasiliano Rodrigo Aparecido Da Silva. Anni 21. Una stagione col Chievo Primavera. Poi due prestiti nella stessa stagione, storia dell’anno scorso, un po’ col Mezzocorona in Seconda Divisione ed un po’ con l’Itala San Marco vincente in D, senza riuscire a ritagliarsi uno spazio vero. Sabato scorso è arrivato a Nocera. Ha giocato nell’amichevole col Montecorvino Rovella, due gol e qualche movimento interessante, tatticamente è parso superiore, restando in termini di provini, al predecessore sloveno Strback. Rimarrá altri giorni nel gruppo di Pastore. Ma nessuno scommette sul suo ingaggio. La Nocerina degli ultimi anni non ha avuto fortuna coi brasiliani versione offensiva. Quando c’era Provenza, spuntò Paco Soares: flop completo. Con Sergio, sempre sponda Chievo, arrivò il ragazzino Higo: bello a vedersi, soprattutto negli allenamenti, ed impossibile a metterlo in campo, non avendo un ruolo preciso e non avendo tanta voglia di rispettare le consegne. Per arrivare fino all’estate scorsa, quando Ussia decise di affiancare ad un disperato Magliocco il buon Moro Da Silva. Doveva far tremare i pali delle porte avversarie, così non fu, le videocassette sono altra cosa rispetto al campo, lezione da tener sempre presente in tempi di mercato. Nemmeno Claudio De Rosa sará l’attaccante tanto atteso. Però il metelliano di anni 28, che il contratto con la Nocerina l’ha giá, di questi tempi si esercita con discreti risultati a fare il partner di chi gioca in avanti, praticamente il solo Palumbo, in considerazione del tassello che ancora manca e dei problemi del momento accusati da Babatunde e Borrelli. Se Rodrigo Da Silva è di nome e di fatto Aparecido, lui è un vero e proprio …

Riaparecido molosso. La prima volta arrivò da giovanissimo e scomparve nel nulla, troppo giovane e coinvolto suo malgrado nel disastro di C1 che seguì ad un ripescaggio. Dodici mesi fa ritornò da forte accreditato post Savoia ma ebbe problemi muscolari notevoli, poi scattarono il divorzio ed una nuova esperienza, stavolta di poco conto, col Savoia (con complicazioni di ogni specie, anche extra-calcistiche in aereo). Nessuno si immaginava l’arrivo di un’altra chance. E’ arrivata tra la sorpresa generale, come segno di ulteriore attenzione per qualitá che esistono per davvero. E’ l’ultimo treno in carriera da prendere, se perde questo resta nell’anonimato per sempre. Claudio l’ha capito benissimo fin dal primo giorno di quest’anno. Serve un tornante a destra? Eccolo. Serve a sinistra? Va bene lo stesso. Serve fare da seconda punta d’emergenza? Nessun problema, il ruolo gli piace. Storie di attaccanti, uno in prova ed uno sperimentale, aspettando il vero attaccante: Falomi, Iannelli o chiunque possa arricchire e rendere più competitivo il reparto.

Nuovo esodo verso Catanzaro

Arriva lo sponsor per la stagione rossonera 2009-2010. Si tratta di Alfa Recupero Crediti, giá accanto alla Nocerina nelle ultimissime stagioni. Antonio Falcone, il titolare dell’azienda in questione, accentuerá la presenza nella Nocerina andando a ricoprire la carica di presidente del settore giovanile. In tema di marketing, settore affidato al dirigente Franco Tamigi, si registrano le prime adesioni in materia di cartellonistica al San Francesco. A breve il lancio di una serie di iniziative collegate al centenario del club (si festeggerá a febbraio del 2010), in particolare l’apertura di due punti di merchandising nelle due Nocera. Dal marketing alla rigida organizzazione di biglietteria prevista quest’anno dalla Lega Pro. Per la prima partita di Cavallaro e compagni in Coppa Italia di categoria, domani sera a Catanzaro, la prenotazione va effettuata via e-mail (all’indirizzo segreteria@catanzaro-fc.it) entro stasera alle ore 19 con allegata la copia del documento di identitá (biglietto nominativo) e con ritiro al botteghino ospite previo pagamento del prezzo d’ingresso (10 euro) per il settore Curva Est (totale di 200 posti disponibili). Ripresa la preparazione della squadra dopo il giorno di riposo concesso da Matteo Pastore. A Catanzaro non saranno disponibili due attaccanti sui tre attualmente in organico: Borrelli (sottoposto a risonanza magnetica, nulla di particolare ma allenamento specifico previsto per lui) e Babatunde (ha appena ripreso dopo lo stop per febbre e ricovero in ospedale). Dovrebbe toccare a De Rosa avanzare nel raggio d’azioen ed affiancare Palumbo mentre a centrocampo potrebbe esserci Polichetti fin dal 1′. Tra i convocati ci saranno anche Gaeta e Iovine, destinati a partire dalla panchina. Non è ancora utilizzabile il terzino destro Tomacelli, ultimo contrattizzato in ordine di tempo.

 

Marco Mattiello, LA CITTA’ (FOTO: Ciro Pisani)