Babatunde e De Rosa tra i pochi a salvarsi

FRANZESE 6 – Nel primo tempo i gli uomini di Beghetto sbucano da tutte le parti. Sulle conclusioni dei gol non può niente.
GAETA 5 – Ci mette una pezza nella conclusione ravvicinata di La Grotteria però dalla sua parte sono arrivati i pericoli maggiori.
RICCIO 5,5 – Non il match più semplice da affrontare per il giovane difensore. Il centrocampo effettua poco filtro e il reparto arretrato si trova spesso in condizioni di uno contro uno.
TERRACCIANO 5,5 – Anche per lui valgono le considerazioni fatte per Riccio. Soffre le accelerazioni palla a terra degli avanti bassanesi. Aggiungiamoci pure una non perfetta condizione fisica.
TOMACELLI 6 – Le continue sovrapposizioni degli avversari sulla sua corsia di competenza lo costringono a mantenere la posizione più che farsi vedere propositivo in avanti.
GIRALDI 5,5 – L’esterno destro non è in una delle sue giornate migliori.
SERRAPICA 6 – Corre e tampona come può. è il più propositivo del centrocampo.
IANNINI 5,5 – Tecnicamente indiscutibile, grande personalitá ma si ostina a tenere troppo la palla, a rallentare la manovra.
DE ROSA 6,5 – è il più vivace. Nei concitati minuti finali è quello che sembra crederci di più insieme a Babatunde.
CAVALLARO 5,5 – Il capitano avrebbe talento da vendere. Invece si limita al compitino.
PALUMBO 6,5 – La sua traversa al 43’ della ripresa grida ancora vendetta.
BABATUNDE 6,5 – Si fa apprezzare per le sgroppate che mettono zizzania nella retroguardia avversaria. è il più pericoloso dei suoi e va vicino al pareggio. Si guadagna il rigore della speranza.

 

Danilo Ruggiero, www.forzanocerina.it