Il prossimo avversario: CELANO F.C. OLIMPIA

Il Celano F.C Olimpia è una squadra giovane e molto rinnovata rispetto alla formazione che l’anno scorso ha ottenuto una salvezza tranquilla disputando un ottimo girone di andata e frenando bruscamente nel ritorno, nonostante i colpi messi a segno nel mercato di riparazione dal direttore sportivo Giannitti e dal DG Capaldi (preso l’attaccante esterno Caccavallo, oggi al Cosenza, e il difensore De Maio, in forza al Brescia). Pochi gli elementi confermati dal presidente Ermanno Piccone per la stagione in corso: il secondo portiere Goletti, il difensore Zaccardi, i centrocampisti Barbetti e Villa, il capitano Maikol Negro, premiato in estate come miglior giocatore al torneo Dossena con la rappresentativa nazionale di Lega Pro. Il tecnico del Celano, per il terzo anno consecutivo, è il siciliano Giacomo Modica, a lungo secondo di Zeman prima di approdare in biancoazzurro. Non a caso il modulo praticato dal mister è il 4-3-3 di scuola zemaniana, con 3 attaccanti molto rapidi e bravi tecnicamente, che amano giocare palla a terra. La squadra disputa quest’anno il suo 4° campionato di fila tra i professionisti, dopo aver sfiorato nella stagione 2007-2008 una storica promozione in Prima Divisione (finale play-off persa 3-1 con il Real Marcianise sotto un autentico diluvio in terra campana). La prima esperienza tra i professionisti risale invece al periodo 1987-1991 (maggiori informazioni al riguardo sono disponibili sul nostro sito nella sezione “La storia”). La valorizzazione dei giovani è il primo obiettivo che si pone la società castellana, capace negli ultimi anni di allestire squadre competitive con un budget contenuto, puntando proprio su giovani talenti desiderosi di emergere che a Celano trovano l’ambiente giusto per maturare (vedi l’attaccante Federico Dionisi, autore l’anno scorso di 15 reti e passato al Livorno da giugno). Il Celano non ha ancora vinto in trasferta, dove ha raccolto solo 2 punti, pareggiando a Vasto e a Ferrara con la Giacomense. Ha però rischiato di vincere a Lucca andando due volte in vantaggio e facendosi riprendere nel finale (3-2) dalla capolista. L’imbattibilità casalinga, che resisteva dal 5 aprile, è stata violata domenica dalla Sangiovannese (1-3 il risultato finale). Attuale capocannoniere della squadra è Gennaro Marasco, che gioca solitamente al centro del tridente d’attacco ed ha realizzato 4 reti in campionato. Seguono a quota 2 Negro e Iozzia, un difensore bravo negli inserimenti andato a segno nelle ultime due partite. Per la gara di domenica non saranno a disposizione il difensore Fruci, infortunato di lungo periodo, e il centrocampista Franzese, che ha rimediato 3 giornate di qualifica dopo la partita interna con la Sangiovannese. Infine una curiosità: Graziano Villa è l’unico celanese della squadra. E’ cresciuto nel settore giovanile e non ha mai cambiato maglia. Lo stadio cittadino è intitolato alla memoria di Fabio Piccone, ex amministratore delegato della società scomparso nel gennaio del 2008 in seguito ad un tragico incidente.

 

Alessia Santucci, UFFICIO STAMPA  CELANO F.C. OLIMPIA