La Nocerina si trasferisce in caserma Citarella chiede la gestione di un campo

Nocerina all’opera per reperire un manto erboso che riesca a sopperire stabilmente all’esigenza di non “calpestare” troppo l’erba del San Francesco, attualmente oggetto di semina e quindi non utilizzabile affatto. Sopralluogo effettuato presso la vicina caserma Libroia, che dispone di due campi praticamente inutilizzati. Uno dei due, quello che costeggia la zona adiacente alla chiesa di Santa Maria degli Angeli, potrebbe interessare alla Nocerina, pronta a chiederne la gestione ed a renderlo fruibile in breve tempo. Da anni si cerca un punto di intesa con l’esercito proprio alla voce campo. Potrebbe essere la volta buona, con la classica soluzione ideale, considerata la vicinanza con lo stadio (questione di pochi metri). Il patron rossonero Citarella, attraverso la Virtus Nocera, giá gestisce due strutture nella vicina Nocera Superiore, ovvero i campi di Pecorari e Pucciani (utilizzati per le numerose attivitá del settore giovanile e di scuola calcio). Ma il fondo in erba sintetica delle due strutture mal si concilia, alternandolo fatalmente con l’erba naturale, con una corretta preparazione fisico-atletica dei calciatori. Oggi intanto spazio all’amichevole al “Pinto” con la Casertana per dar modo a Pastore di valutare lo stato generale della truppa. Domani, non essendo ancora arrivata la disponibilitá per allenarsi a Palma Campania, quasi certa la decisione di partire in anticipo alla volta della Toscana per la gara col Prato.


Marco Mattiello, LA CITTA’ (foto: Ciro Pisani)