Nocerina con l’emergenza attacco

Nocerina con l’emergenza attacco

Affrontare la salita, il gran premio della montagna significa Itala San Marco, non a caso squadra dal nome che è derivazione da una marca di biciclette. Senza Giraldi e/o Serrapica a centrocampo. Il primo infortunato, l’ altro squalificato. E allora sotto col debutto da titolare di Iovine, accanto a Iannini. Senza Palumbo e Babatunde in avanti. L’ultima seduta di allenamento ha confermato Palumbo out: schiena a dargli fastidio e dolore. Per Babatunde il forfait causa acciacco era giá noto. Ed allora si va con una coppia d’attacco assolutamente nuova per la versione campionato. Rigioca dal primo minuto Cristian Iannelli. Fin qui ha fatto meglio quando è entrato a dare il cambio ai compagni di reparto segnando e convincendo. Una sola volta titolare, male per lui e per la Nocerina, sconfitta dalla Sangiovannese. Bisogna sfatare il piccolissimo tabù. Gioca titolare per la prima volta Orlando Aquino, il boschese dalla valigia pronta, tornato in Italia dopo le positive esperienze nell’Europa dell’Est. Scelta tecnica invece per l’ulteriore novitá: a destra del centrocampo De Rosa e non Polichetti. Piccolo dubbio per l’assegnazione della maglia numero uno: il ’90 Terracciano appare favorito su un Franzese ancora non al meglio. Scelte nuove nell’ambito del consolidato 4-4-2: Terracciano P.; Gaeta, Olorunleke, Sannibale, Terracciano M.; De Rosa, Iannini, Iovine, Cavallaro; Aquino, Iannelli. I goriziani dell’Itala San Marco arrivano al S. Francesco con l’etichetta di matricola e con la constatazione che fin qui han fatto meglio in trasferta. In panca il nonno dei mister del girone, il sessantaduenne Giuliano Zoratti, vice del conterraneo Massimo Giacomini ai tempi di Milan, Napoli e Torino. In campo o nei 18, giovanotti scuola Udinese che si esibirono nell’ultima Nocerina di Chiancone e Belmonte, il terzino Lestani ed il tornante Buonocunto.



Lorenzo Orefice, ForzaNocerina.it (foto Giuseppe Fabio Villani)