«Una lezione che ci servirá»

Si ricomincia, preparando giá la trasferta di coppa a Taranto (domani alle 15, andata secondo turno). Ma l’attenzione di casa Nocerina è tutta sull’analisi del ko di Prato. Dalla vittoria per 5-0 a Lucca al ko per 4-0 di domenica. Un mini ciclo cominciato in maniera esaltante, proseguito con belle prove casalinghe non capitalizzate al massimo (successo col Bellaria, pari stregato con la Sacilese), chiuso con l’amaro in bocca.  Bisogna rialzarsi subito. Lo dice il direttore sportivo Guglielmo Accardi: «Forse l’approccio non è stato dei migliori, anche se il punteggio così severo non dice la veritá sull’andamento di Prato-Nocerina. Occorre mantenere al massimo grado concentrazione ed umiltá. La Nocerina che per tre partite di fila aveva guadagnato punti e consensi era stata brava ad interpretare quelle partite. E’ uno stop che deve servirci da lezione, reagiremo». Andrá in squalifica l’espulso Serrapica (non gli ha portato bene il ritorno da ex a Prato) ed andranno verificate le condizioni di Babatunde e Giraldi in chiave rientro nell’undici titolare. Tra i pali dovrebbe tornare Franzese, in panchina a Prato causa acciacchi muscolari. Nulla di serio per Olorunleke (semplice contusione). Oggi giornata d’attenzione sul fronte San Francesco. Ispezione congiunta della Commissione di Vigilanza e dei responsabili dell’impiantistica per la Lega Pro. Si cercheranno soluzioni per scongiurare il pericolo di porte chiuse in occasione di Nocerina-Itala San Marco, rimettemdo in regola l’impianto. In materia logistica, rischia un pesante restringimento, in disponibilitá di posti, la tribuna stampa, giá inadeguata ora, per far spazio alla regia Gos.


Salvatore Alfano, ForzaNocerina.it (foto: Ciro Pisani)