Leggero passo falso della capolista Lucchese. Ne approfittano San Marino e Prato

Leggero passo falso della capolista Lucchese. Ne approfittano San Marino e Prato

Cinque vittorie interne, solo una esterna e tre pareggi nell’undicesima giornata del girone B di Lega Pro Seconda Divisione, che conferma uno straordinario equilibrio in classifica nonostante sia già trascorso quasi un terzo di campionato. Leggero passo falso della capolista Lucchese, che decimata anche da qualche assenza complice il virus febbrile (si è parlato addirittura di influenza suina) che in settimana ha colpito numerosi calciatori, frena in casa con il Bassano, compagine data tra le favorite ad inizio stagione proprio insieme ai toscani per la vittoria finale e rigenerata dopo il successo interno di sette giorni prima con la Nocerina. Lucchese in vantaggio ad inizio ripresa grazie alla splendida rete di Galli, pari veneto a dieci minuti dal termine con Pavesi, che consente alla squadra allenata da mister Beghetto di assaporare la zona play-off, distante ora soltanto due punti. Non si ferma più invece il San Marino guidato dall’ex milanista Evani, che espugna anche Ferrara battendo la Giacomense per 3-1 rosicando punti alla capolista, distante solo due lunghezze, e consolidando ulteriormente la seconda posizione. Ancora a segno bomber Cesca, sempre più leader indiscusso della classifica marcatori con tredici reti siglate finora. Al terzo posto a quota 19 punti (3 in meno del San Marino) troviamo il Prato, che dopo il ko di Fano della predente giornata batte per 3-2 in casa la Sangiustese, prossimo avversario della Nocerina e fermo a quota 10 punti in classifica, in penultima posizione a pari merito con il Poggibonsi. Per il Prato doppietta di Max Vieri, fratello del più celebre Bobo ed a segno anche contro i rossoneri nel pesante 4-0 dello scorso 4 ottobre. Secondo successo consecutivo per la Sangiovannese, che dopo tre vittorie esterne centra i primi tre punti sul terreno amico sconfiggendo per 2-0 il fanalino di coda Pro Vasto, sempre più delusione di questo primo scorcio di stagione. Toscani che restano così al quarto posto a quota 17 punti, uno in più dell’Itala San Marco che conferma un ottimo stato di forma centrando il quinto risultato utile consecutivo (tre vittorie e due pareggi) demolendo con un netto 3-0 la Sacilese nel derby friulano. La squadra allenata dall’ex molosso De Agostini resta così al sesto posto a quota 15 in classifica ed è raggiunta dal Gubbio, vittorioso per 2-1 in casa contro il Fano e nuovamente a ridosso della zona play-off. A segno per gli umbri Casoli e Rivaldo, due tra gli elementi di spicco della compagine guidata da un altro ex rossonero, Vincenzo Torrente, ed autori di un’ottima gara proprio contro la Nocerina due settimane fa, con il fantasista brasiliano che sta ritrovando la migliore condizione dopo un inizio di stagione non esaltante. Chiudono il quadro, oltre a Nocerina-Celano conclusasi come ben noto sul punteggio di parità (1-1), Bellaria-Carrarese, terminata a reti bianche con entrambe le compagini ferme a quota tredici punti in compagnia proprio di molossi ed abruzzesi, e Colligiana-Poggibonsi, che ha visto i padroni di casa rimontare il doppio vantaggio ospite e chiudere con un sonoro 4-2. Colligiana che scavalca così lo stesso Poggibonsi arrivando a quota dodici punti in classifica, in quart’ultima posizione.

Francesco Cuomo, ForzaNocerina.it