Soddisfazione in casa Celano. La Nocerina rimpiange le occasioni sprecate

Grande soddisfazione in casa Celano per il punto raccolto al San Francesco; il tecnico abruzzese, davanti ai microfoni ed ai taccuini, esalta la prova dei suoi: “abbiamo ottenuto un punto meritato; devo complimentarmi con i ragazzi per la compattezza e l’intensità della squadra che, nonostante l’inferiorità numerica, ha continuato a giocare con tranquillità ed ha creato anche qualche azione interessante.” Sull’operato dell’arbitro il tecnico del Celano commenta così gli episodi più discussi: “l’espulsione di Marasco ci poteva stare: il ragazzo è stato provocato ma ha reagito in maniera sbagliata, il guardalinee ha visto ed il rosso è stato inevitabile; qualche dubbio in più c’è sul rigore che abbiamo subito e che ci è costato il pareggio.” Una pari che il Celano avrebbe potuto sbloccare in un paio di occasioni in contropiede: “abbiamo avuto quattro ripartenze importanti, ci siamo espressi su buoni livelli; sono orgoglioso di questo gruppo e di questi ragazzi che ci stanno dando belle soddisfazioni.” Panchina in bilico per Matteo Pastore che comunque ammette i limiti attuali della sua Nocerina: “attualmente la squadra è questa,” precisa l’allenatore molosso, “siamo condizionati dalle assenze ma siamo anche molto sfortunati sotto porta; abbiamo sprecato almeno tre o quattro occasioni clamorose che avrebbero potuto cambiare la partita.” Tanti i rischi corsi dai rossoneri per le ficcanti ripartenze del Celano: “è normale che accada,” prosegue Pastore, “volevamo fortemente la vittoria e ci siamo sbilanciati; il Celano è una buona squadra ed in contropiede ci ha creato qualche problema anche se abbiamo rischiato seriamente solo in un paio d’occasioni.” Il tecnico rossonero guarda già avanti: “la classifica è ancora corta, bastano tre punti per risalire e trovarsi nelle zone di vertice; certo, ora la posizione è preoccupante ma è in questi momenti che la squadra deve compattarsi e stringersi per uscire fuori da una situazione difficile.” Un commento particolare su Iannelli e Serrapica, apparsi in ombra: “Iannelli non è al meglio per un problema al menisco, sta facendo quel che può; per quanto riguarda Serrapica è stato costretto a giocare in un ruolo non suo ed è uscito per un risentimento muscolare al quadricipite: in settimana ne valuteremo l’entità.”


Salvatore Alfano, ForzaNocerina.it (foto: Ciro Pisani)