TRASTEVERE, Gardini: “Fermeremo la Nocerina giocando a viso aperto”

TRASTEVERE, Gardini: "Fermeremo la Nocerina giocando a viso aperto"

Prosegue spedita la marcia di avvicinamento al big match di domenica contro la Nocerina in casa Trastevere, dopo il pari e patta a San Severo nella prima gara di questo nuovo anno. È un solo punto a dividere i capitolini dai rossoneri, pronti ad inserirsi nella corsia di sorpasso del rettilineo che porterà la vincitrice direttamente tra i pro. Guai, però, a parlare di vero e proprio crocevia del campionato.

DALLA SALVEZZA AL PRIMATO. “Sarà uno scontro fondamentale, questo è certo – commenta Aldo Gardini, tecnico laziale – è la partita che deciderà chi occuperà il gradino più alto del podio da qui in avanti, ma non sarà decisiva ai fini della promozione diretta”. Mette le mani avanti il trainer amaranto-bianco, cercando di allentare la pressione e le responsabilità alla vigilia della gara con i molossi: “Non dimentichiamoci che siamo partiti per raggiungere una tranquilla salvezza – ammette – se ci troviamo qua è solo frutto di un miracolo, oltre che dell’immenso spirito di sacrificio dei miei ragazzi. Alla lunga, però, le squadre più attrezzate escono sempre fuori, e tra queste vedo sicuramente in vantaggio la Nocerina rispetto a tutte le altre del girone. Saranno proprio i rossoneri a vincere il campionato, a mio avviso”.

RITORNO OSTICO. Ruolino di marcia di tutto rispetto quello del Trastevere, rovinato solo dagli ultimi due pareggi consecutivi contro Cynthia e San Severo: “Non è un periodo di calo, anzi, sono soddisfatto di questi due punti conquistati, considerando che a cavallo delle festività è sempre difficile riprendere il ritmo – dichiara – contro due avversarie che avevano rivoluzionato quasi completamente il proprio organico non era per niente facile. E sarà durissima da qui in avanti, perché nel girone di ritorno inizia un nuovo torneo”.

NOCERINA PERICOLOSA. I rossoneri, dal canto proprio, con il cambio in panchina hanno invece invertito nettamente la rotta dopo una partenza a rilento sotto al gestione Maiuri: “Il ribaltone in panca ha dato sicuramente ai calciatori quella scossa psicologica necessaria per poter inanellare un filotto importante di vittorie – chiosa – la squadra ha dalla sua una buona tenuta mentale, oltre che un organico una spanna superiore a tutte le possibili concorrenti e un tecnico navigato”. Come arrestare la rincorsa della formazione di Simonelli? Su questo Gardini non ha dubbi: “Ci giocheremo a viso aperto la nostra partita, come abbiamo fatto finora, senza timori reverenziali – conclude – non sarà semplice, ma proveremo a mettere in difficoltà la Nocerina, a cui auguro comunque ogni bene vista la storia e la grande tifoseria che ha alle spalle”.

Anche noi, quindi, non possiamo che augurare le migliori fortune e un sincero e forte in bocca al lupo agli amarantobianchi e al proprio tecnico.

Francesco Belsito, ForzaNocerina.it