CASO VIBONESE: la Corte federale accoglie il ricorso

CASO VIBONESE: la Corte federale accoglie il ricorso

Nuova, inaspettata, puntata della telenovela giuridica che vede protagonista la societĂ  del presidente Caffo. Il 27 novembre 2017 la Federazione aveva dichiarato inammissibile il ricorso contro l’iscrizione al campionato di Lega Pro 2016-2017 del Messina (società salvatasi sul campo ed estromessa dal calcio professionistico alla vigilia della stagione successiva). Forte delle sue ragioni, la Vibonese ha presentato un nuovo ricorso, in merito al quale la Corte federale d’appello della Figc ha deliberato quanto segue: Ricorso Us Vibonese Calcio Srl avverso la declaratoria di inammissibilitĂ  del ricorso proposto ex artt. 30 e 32 C.G.S. Coni, nei confronti della SocietĂ  Acr Messina (Delibera del Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare – Com. Uff. n. 29/TFN del 27.11.2017): Accolto.

Per questo motivo, la stessa Corte: annulla l’impugnata delibera e, per l’effetto, rinvia al Tribunale Federale – Sezione Disciplinare, affinchĂ© provveda nel merito, fissando nuova udienza di discussione e dandone comunicazione ad Us Vibonese Calcio Srl, ACR Messina Srl, nonchĂ© in ottemperanza alla decisione n. 78/2017 del Collegio di Garanzia dello Sport Coni del 19.10.2017, alla Lega Pro e alla Figc. 

La questione della riammissione in Lega Pro della società rossoblù è ancora aperta. Il Tribunale Federale dovrà esprimersi in merito nei prossimi giorni.

Francesco Belsito, ForzaNocerina.it