L’AVVERSARIO, il Messina di Giacomo Modica

L'AVVERSARIO, il Messina di Giacomo Modica

STORIA: Il calcio a Messina ha una tradizione decisamente avvincente. Dai primi calci tirati a un pallone nel lontano 1900, i peloritani hanno disputato 10 stagioni nelle massime serie nazionali, con cinque presenze in Serie A e oltre un trentennio in Serie B. Dal 1900 a oggi, sono tante le società che si sono avvicendate sul rettangolo di gioco siciliano. La svolta arrivò negli anni Quaranta, quando l’AC Messina e la Giostra si fusero insieme raggiungendo la B e la Serie A. L’avventura nella massima serie durò due anni, al termine dei quali una lenta parabola negativa portò i giallorossi in D. La nuova svolta arrivò negli anni Ottanta, quando sulla panchina dei peloritani si avvicendarono allenatori del calibro di Scoglio e Zeman. Fu di nuovo C e B, fino al 1993, quando la società fu dichiarata fallita. Seguirono anni bui. La luce tornò nel primo decennio degli anni Duemila. Il Messina tornò in B e in A, restandovi tre stagioni. Successivamente, i tifosi hano dovuto sopportare due fallimenti, nel 2008 e nel 2017. L’Associazione Calcio Rilancio Messina è pronta a riportare i giallorossi nelle categorie che più competono alla loro storia.

LA SQUADRA: La squadra è stata inizialmente affidata ad Antonio Venuto. Il trainer di Milazzo è stato esonerato nel mese di ottobre, dopo 6 giornate e 2 punti conquistati. La squadra è stata affidata a Giacomo Modica. L’ex centrocampista di Palermo e Ternana vanta una lunga esperienza da tecnico (ha allenato, tra le altre, Cosenza e Melfi). La cura Modica ha portato 21 punti e una posizione in graduatoria decisamente più tranquilla. La rosa giallorossa è stata stravolta dal mercato. Sono partiti: Bonadio, Colombini, Dezai, Doukouré, Fofana, Gagliardini, Maiorano, Mariani, Mosca, Pezzella, Scopelliti e Tricamo. Sull’altro fronte, sono arrivati in riva allo Stretto: Bettini, Granado, Rinaldi, Yeboah e i giovanissimo  Iudicelli e Stranges.

I PRECEDENTI: Il Messina torna al San Francesco dopo quasi vent’anni. L’ultima gara, giocata a Nocera nel 2001, si concluse a reti inviolate. Nella loro lunga storia di questi confronti (la prima sfida risale al campionato di I Divisione 1928-1929), i molossi hanno conquistato cinque vittorie; tre sono i pareggi; due le sconfitte.

Francesco Belsito, ForzaNocerina.it