FOTO | DA BORDOCAMPO: Nocerina-Messina 0-1

FOTO | DA BORDOCAMPO: Nocerina-Messina 0-1

Prima sconfitta interna stagionale per la Nocerina di Viscido e Chiancone, che soccombe tra le mura amiche al cospetto del Messina di Biagioni. I peloritani si dimostrano bravi a sfruttare una delle pochissime occasioni utili per battere Feola. La rete di Arcidiacono dà tre punti fondamentali ai siciliani e la seconda sconfitta consecutiva ai molossi, per la prima volta in stagione. Partita oggettivamente poco gradevole, giocata su un terreno ai limiti della praticabilità. Le foto più significative del match.

nocerina-messina-bordocampo-1L’ASSISTENTE DELL’ARBITRO FABRIZIO ALMANZA, proveniente dalla sezione di Latina, in una curiosa posa prepartita. La bandierina pontina, aiutato dal signor D’Ascanio di Roma 2, ha coadiuvato l’arbitro Mario Perri, della sezione di Roma 1.

nocerina-messina-bordocampo-2TUTTA L’EMOZIONE DEL PICCOLO GIUSEPPE FRANCO al saluto delle squadre prima dell’avvio della contesa. Il molossino osserva i calciatori con uno sguardo a metà tra lo stupito e l’emozionato. Espressioni che solo i bambini possono regalarci.

nocerina-messina-bordocampo-3IL GESTO CHE BA SINY, centrale del Messina, rivolge a Manolo Cioffi dopo una brusca entrata di quest’ultimo. Il numero dieci molosso gioca duro, e il centrale difensivo dei siciliani gli rivolge un’espressione inconfondibile: “Ma tu sei fuori?”. Sarà solo uno dei più blandi parapiglia che si verificheranno durante la gara.

nocerina-messina-bordocampo-4IL ‘TRENINO’ TRA DE FEO E LO STESSO CIOFFI in occasione di un calcio d’angolo per i molossi. I due giovani rossoneri provano uno schema: De Feo spinge il compagno da dietro, Cioffi fa body check con l’avversario e cerca, tramite un blocco, di liberare spazio per il compagno. Una giocata, diremmo, non riuscita; sarà per la prossima.

nocerina-messina-bordocampo-5I TIFOSI GIUNTI DA MESSINA PER SOSTENERE la squadra di Biagioni nella trasferta del “San Francesco”. In numero esiguo, come ci spiega un collega siciliano, rappresentano un gruppo di veri e propri irriducibili, che seguono l’Acr al di là di ogni problematica societaria e dei risultati, finora magri, raccolti dalla formazione peloritana.

nocerina-messina-bordocampo-6IL GIÀ CITATO BA SINY SCIVOLA in occasione di un passaggio a un compagno nella propria metà campo. Il terreno diventa, perdonate il gioco di parole, praticamente impraticabile per tutta la seconda frazione di gioco. Ne fanno le spese alcuni calciatori, dall’equilibrio, in questo caso, decisamente precario.

 

nocerina-messina-bordocampo-7“SCENDE LA PIOGGIA, MA CHE FA”. Una bomba d’acqua avvolge Nocera e il “San Francesco” nel secondo tempo. Improvvisi rovesci costringono i calciatori a giocare in un pantano e noi fotografi ad aprire e chiudere il sempre fastidiosissimo ombrello. Una grana in più nel già fosco pomeriggio rossonero.

nocerina-messina-bordocampo-8LA MISCHIA CHE SI ACCENDE TRA LE DUE SQUADRE, in particolar modo tra Odierna e un avversario, per un semplice calcio d’angolo per i rossoneri. Una ‘gazzarra’, con la gara che diventa una vera e propria corrida, dai toni agonistici decisamente elevati.

nocerina-messina-bordocampo-9IL BRASILIANO PORTIERE DEL MESSINA JAIRO LOURENÇON richiama la propria difesa. Estremo difensore classe 1994, si mette in mostra con una bella parata nella parte finale di gara. Sarebbe ancora più bello elogiarlo, se non fosse che lo stesso venga ripreso dall’arbitro perché battibeccava con un piccolo raccattapalle. Ammonito, viene ricondotto a più miti consigli dal capitano rossonero Pecora e dallo stesso fischietto.

nocerina-messina-bordocampo-10TUTTA LA DELUSIONE DELLO STESSO PECORA al termine della gara. Una prestazione, quella dei molossi, decisamente sottotono, ma che va perdonata dato il trend finora positivo offerto dalla squadra rossonera. Uno scivolone interno, in queste circostanze, può essere concesso. Ma guai ad abbassare la guardia in una sfida importante come quella che si giocherà mercoledì in infrasettimanale sul campo della Cittanovese. Un banco di prova interessante per vedere se le due sconfitte contro Bari e Messina possano aver lasciato pericolose scorie psicologiche. Da questo punto di vista, sarà utile riprendere subito la rotta. C’è ancora da lavorare: tutti concentrati, con la solita umiltà.

Marco Stile, ForzaNocerina.it