NOCERINA, naufragio in una mezz’ora da incubo: la Cittanovese passa 3-1

NOCERINA, naufragio in una mezz’ora da incubo: la Cittanovese passa 3-1

CITTANOVESE 3

NOCERINA 1

CITTANOVESE (4-3-3): Cassalia, Genovesi (45’st Novembre), Paviglianiti, Cianci, Alfano, Trofo (47’st Scoppetta), Barilaro (21’st Tomas), Crucitti, Abayan, Postorino (50’st Dagostino), Napolitano (21’st Cataldi). A disp. Foti, Cucinotti, Ficara, Touray. All. Zito

NOCERINA (3-5-2): Feola, Vuolo (1’st Califano), Salto, Ansalone, Caso, Vatiero (24’st Branchi), Odierna (5’st Orlando), De Feo, Simonetti, Cioffi (1’st Iodice), Cardone (1’st Festa). A disp. Novelli, Cicalese, Montuori, Riccio. All. Viscido

ARBITRO: sig. Centi di Viterbo. Assistenti: Lambiase e Gragano di Palermo

MARCATORI: 8’pt, 28’pt (rig) Crocitti (C), 25’pt Postorino (C), 4’st Simonetti (N)

NOTE: pomeriggio nuvoloso, campo sintetico. Ammoniti: Alfano (C), Paviglianiti (C), Trofo (C), Cardone (N), De Feo (N), Crocitti (C); calci d’angolo: 6-4; recupero: 2’pt; 5’st

La Nocerina subisce la terza sconfitta consecutiva perdendo sul campo della Cittanovese per 3-1. Prima mezz’ora da film horror per i rossoneri, con Vuolo che causa due rigori, entrambi trasformati da Crucitti, e con la seconda rete dei calabresi firmata Postorino. Il gol di Simonetti serve soltanto a rinfoltire il tabellino, e non denota una reazione particolarmente incisiva da parte dei molossi.

Due le novità di giornata: Salto schierato largo a sinistra, con Vatiero a destra e Odierna e Cardone a fare compagnia a centrocampo a De Feo. In avanti confermato Cioffi, dietro c’è spazio per l’ex di turno Ansalone. 4-3-3 il modulo scelto dalla Cittanovese per far male ai rossoneri.

MEZZ’ORA DA INCUBO PER I MOLOSSI, CHE CAUSANO DUE RIGORI E SUBISCONO TRE GOL. Al 4’ prima occasione per la Cittanovese: Postorino prova un tiro-cross dalla destra; palla che si spegne sul fondo. È il preludio a quanto accade tre minuti dopo: Napolitano va via ed entra in area, Vuolo lo stende e Centi decreta la massima punizione; dal dischetto Crucitti spiazza Feola per il vantaggio calabrese. Prova a rispondere la squadra di Viscido al 19’: Cioffi va via sulla sinistra e mette al centro; non c’è però nessun compagno a cogliere il suggerimento del giovane attaccante rossonero. I molossi provano ad imbastire una reazione lenta, alzando gradualmente il baricentro. Tuttavia, i padroni di casa non perdonano: al minuto 26 su un calcio d’angolo battuto da Crucitti è Postorino, completamente solo in area, a colpire di testa, battendo un Feola che prova a respingere, ma che deve arrendersi alla conclusione dell’avanti calabrese. Notte fonda per i molossi alla mezz’ora. È ancora Vuolo a causare un calcio di rigore, stavolta commettendo fallo su Postorino, che prova a puntare la porta e incrocia le gambe col centrale rossonero; è ancora Crucitti a trasformare dagli undici metri.

SIMONETTI ACCORCIA, MA LA REAZIONE È TROPPO TIMIDA: È TERZO KO CONSECUTIVO. Inizia la ripresa e Viscido cambia le carte: dentro Iodice, Califano e Festa, escono Vuolo, Cioffi e Cardone. Al 49’ Simonetti accorcia, seppur di poco, le distanze, depositando in rete l’assist di Vatiero e anticipando Cassalia in uscita. La Nocerina prova a svegliarsi: quattro minuti dopo è Orlando a provare un tiro a giro, che finisce di poco a lato. È un fuoco di paglia: la reazione dei rossoneri è troppo timida, e la Cittanovese pian piano si ritrova e prova ad essere di nuovo pericolosa quando Iodice contrasta energicamente Napolitano; Centi non se la sente però di indicare il dischetto per la terza volta in giornata. A un quarto d’ora dalla fine amnesia difensiva di Caso, che sbaglia il retropassaggio a Feola col ginocchio esponendosi a un pallonetto di Postorino; lo stesso Feola riesce a neutralizzare. Cinque minuti dopo è lo stesso Postorino a provare a far male. All’86’ Abayan cerca la gloria staccando di testa a colpo sicuro su cross di un indemoniato Postorino; Feola c’è e si allunga. La gara sostanzialmente termina qui.

Marco Stile, ForzaNocerina.it