TRIPLICE FISCHIO: la rabbia dei molossi costringe al pari una buona Turris

TRIPLICE FISCHIO: la rabbia dei molossi costringe al pari una buona Turris

I rossoneri reduci da tre sconfitte consecutive strappano un punto d’oro ai “cugini” corallini.

IL PROTAGONISTA – Il manto “erboso” del San Francesco di certo non lo aiuta, ma il capitano dei molossi, Luca Pecora, è l’unico a non perdere mai la bussola anche contro avversari ben più dotati tecnicamente. Corre, lotta, recupera palloni ed imposta la manovra. Ottimo Luca!

IL MOMENTO CHIAVE – Partita maschia e giocata su di un terreno in pessime condizioni quella tra Nocerina e Turris. I corallini hanno un organico sulla carta nettamente superiore a quello dei padroni di casa che devono inoltre far fronte a numerose assenze per infortunio. L’inizio del match vede la Turris prevalere e al 30’ arriva l’episodio che cambia l’inerzia della partita: Longo va via a Vuolo che lo atterra in area di rigore. Per l’arbitro concede il tiro dagli undici metri, sulla palla ci va l’ex rossonero Aliperta che calcia sul palo alla destra di Feola. Risultato che rimane sul pari e rinvigorisce la voglia di fare risultato dei padroni di casa, che nell’acquitrino del San Francesco imbrigliano la manovra torrese costringendo l’undici di mister Fabiano a rallentare la corsa alla capolista Bari.

DIETRO LA LAVAGNA – La giovane età in situazioni in cui servirebbe un po’ di “mestiere” non sempre gioca a favore, qualche minuto in “castigo” per Raffaele Vuolo che con il suo fallo poteva compromettere la gara della Nocerina.

Fabio Vicidomini, ForzaNocerina.it