SERIE D GIRONE I: il punto sul campionato

SERIE D GIRONE I: il punto sul campionato

Sono diciotto le reti messe a segno nell’ultimo turno del girone I del campionato di Serie D. Una sola vittoria esterna in giornata: quella della Turris sul campo della Cittanovese. A completare il quadro cinque pareggi e tre vittorie interne. Nessuna doppietta ad illuminare la giornata; fermi anche tutti i bomber del girone con classifica cannonieri che resta sostanzialmente invariata: a guidare la fila c’è sempre Longo (Turris) con 15 reti, seguito da Crucitti (Cittanovese), a quota dodici, e dalla coppia formata da Floriano (Bari) e Manfrellotti (Acireale), fermi ad 11.

FRENATA BIANCOROSSA – Piccolo passo falso del Bari di mister Cornacchini che pareggia nella sfida del San Nicola contro l’Acireale. I galletti rischiano grosso contro i siciliani e vanno sotto dopo venti minuti per la rete firmata da Manfrè. La capolista fatica a venire a capo della gara ma ad un quarto d’ora dal termine Brienza serve il pallone giusto per Iadaresta che di testa trova il pari. Nel finale, poi, i pugliesi sfiorano anche il raddoppio con Piovanello ma il risultato non cambia più. Un pari che favorisce la Turris che vince a Cittanova grazie ad un gol di Guarracino ed accorcia sulla capolista.

COLPO DI CODA – La vittoria più squillante di giornata è quella del Rotonda che batte il Città di Messina e torna a rivedere la zona play-out, distante ora solo sei punti. Successo pesante per i lucani che vanno sotto di due reti contro i peloritani ma trovano la forza di rimontare nella ripresa: le reti di Marigliano, Pastore, Flores e Di Stefano ribaltano l’inerzia del match e regalano alla formazione biancoverde una piccola speranza in chiave salvezza.

PROSSIMO TURNO – Trasferta siciliana per le prime due della classe nel prossimo turno del girone I: compito non impossibile per il Bari, ospite del Città di Messina; più complicata la sfida per la Turris, di scena al Tupparello di Acireale. In chiave salvezza punti pesanti in palio negli scontri diretti fra Nocerina e Roccella e fra Palmese e Sancataldese.

Filippo Attianese, Forzanocerina.it