NOCERINA, i possibili scenari per il futuro

NOCERINA, i possibili scenari per il futuro

Dopo otto giorni dalla fine di un campionato che ha visto la Nocerina ottenere un’insperata salvezza (insperata vista la situazione disastrosa in cui versava il club lo scorso luglio), la tifoseria rossonera aspetta ancora la conferenza stampa annunciata dal patron del sodalizio rossonero, l’avvocato Paolo Maiorino.

LA CONFERENZA STAMPA L’incontro con i giornalisti servirà per fare il punto della situazione attuale, per trarre un bilancio sulla stagione appena conclusa, ma, soprattutto, per iniziare a scoprire le carte sull’imminente futuro, passando per la “grana” Giovanni Cavallaro (ultimo atto dei contenziosi risalenti alla stagione 2017/18, quando la truppa di Massimo Morgia fu lasciata in balia delle onde, in un mare di spettanze economiche non onorate dalla vecchia proprietà). Ma, se, com’è sempre accaduto fino a oggi, gli impegni presi dal presidente Maiorino saranno onorati (facendo, quindi, diventare marginale la questione con l’ex capitano rossonero) a tenere banco è la visione del futuro del club di via Barbarulo.

MAIORINO PRONTO AL BIS? Sembra poco probabile, e di difficile attuazione, un Maiorino bis, quantomeno alle condizioni attuali. Dopo l’enorme sacrificio economico dell’avvocato nocerino, sembra impossibile un suo totale ed esclusivo coinvolgimento per la gestione della nuova stagione sportiva. Allora, quali sono gli scenari all’orizzonte? Non è da escludere un nuovo assetto societario, con l’avvocato Maiorino a capo di un gruppo di imprenditori e professionisti che punterebbero a importanti traguardi nell’immediato. Oppure, potrebbe profilarsi la cessione del club a un gruppo forte ed ambizioso, che dia le massime garanzie all’attuale proprietà sulla bontà del progetto sportivo in cantiere e che, norme federali permettendo, possa puntare fin da subito al salto tra i professionisti.

UN NUOVO GRUPPO ALL’ORIZZONTE? Da notizie assunte dalla nostra redazione, ci sarebbe pronto un gruppo di imprenditori nocerini che vorrebbe rilevare il club rossonero. Questi imprenditori sarebbero al momento “alla finestra” in attesa di conoscere la volontĂ  del presidente.

Ma, a prescindere dalle indiscrezioni, dalle solite chiacchiere da bar e dalla volontà dell’attuale proprietà, resta fermo un punto: la passione del popolo Molosso! I tifosi rossoneri non possono ulteriormente essere mortificati e illusi da proclami poi disattesi. Occorre da subito chiarezza e programmazione, senza arrivare alla consueta, complicatissima, spirale estiva. Allora: sotto a chi tocca! Senza inutili e dannosi tecnicismi, legati a qualsivoglia ragione, che allungherebbero i tempi per magari poi riservare sgradite sorprese. Nocera merita il rispetto che è sempre pronta a ricambiare, come dimostrano 109 anni di storia. Questo patrimonio ultracentenario non va mortificato.

E. Pagano, ForzaNocerina.it