UNIVERSIADE 2019: Nocera in campo in nome dello spirito olimpico

UNIVERSIADE 2019: Nocera in campo in nome dello spirito olimpico

Tanti sorrisi e strette di mano nel clima cordiale del meeting “Sport: veicolo di pace e accoglienza”, tenutosi nel tardo pomeriggio di oggi presso il Teatro San Domenico Savio di Nocera Inferiore. Patrocinato dal Comune di Nocera Inferiore e organizzato su iniziativa della Diocesi Nocera-Sarno, l’evento ha visto la partecipazione del Vescovo Giuseppe Giudice e del membro dello staff Universiade Bruno Iovino.

L’ex rappresentante legale della Nocerina ha preso la parola per primo, dichiarandosi soddisfatto dei lavori che hanno rifatto il look agli stadi e ai palazzetti dello sport che ospiteranno la manifestazione: “Ad oggi, possiamo finalmente dire che le strutture sportive presenti sul nostro territorio sono perfettamente all’avanguardia. Spero che, finita l’Universiade, gli impianti vengano messi a disposizione delle scuole e delle associazioni sportive”.

Lo stesso messaggio è stato lanciato dal vescovo Giuseppe Giudice, che ha parlato di sport come strumento di integrazione: “Rassegne come questa hanno la funzione di affratellare i popoli e di favorire il contatto tra le culture e le tradizioni di ogni Paese”. A rappresentare la diocesi anche il responsabile Pastorale Giovanile don Giuseppe Pironti e don Giuseppe Perani. Nel corso del convegno sono intervenuti anche il consigliere comunale Federica Fortino, l’assessore Imma Ugolino e il vicesindaco Mario Campitelli, che poi hanno fatto spazio a tre protagonisti della storia recente dello sport italiano.

Parliamo della campionessa mondiale a squadre di sciabola Rosanna Pagano, del campione italiano di judo Carmine Di Loreto e della cugina Teresa, oro ai campionati italiani di salto in lungo. I tre atleti plurimedagliati hanno fatto un breve excursus sulla loro carriera e evidenziato quanto manifestazioni come l’Universiade siano in grado di promuovere la pace nel mondo e lo sviluppo del Paese ospitante. Infine, alla conferenza hanno preso parola il responsabile del settore di Medicina dello Sport Augusto D’Aniello, il professor Rito Marcone, l’ex arbitro di ginnastica ritmica alle Olimpiadi Atene 2004 e Pechino 2008 Paola Berardino, l’allenatore dello Sporting Club Nocerina Calcio Ciro Ferrentino e l’avvocato Andrea Vagito.

Domenico Pessolano, ForzaNocerina.it