NOCERINA a piccoli passi, ecco Leone in attesa di fusione ed iscrizione

NOCERINA a piccoli passi, ecco Leone in attesa di fusione ed iscrizione

E pur si muove, anche se a piccoli passi, inizia a prendere forma la stagione 2019/20 della Nocerina, partendo da un nuovo tesserato, il primo, il giovane portiere classe 2000 Lorenzo Leone.
Ragazzo di belle speranze,nativo di Sorrento, Leone vive ed inizia la sua carriera calcistica nella città costiera, facendosi notare prima nella stagione 2017/18 tra la Juniores ed il massimo campionato regionale, per poi esordire in serie D nella stagione scorsa, finendo la stessa, sempre in quarta serie al Monterosi, squadra laziale che sfiora i play off di categoria. Per un totale di 17 presenze in Campionato ed 1 in Coppa. Di lui si dice un gran bene, era tra i principali prospetti delle giovanili del Sorrento e lo scorso hanno si é fatto apprezzare anche in D.

Altri sono i passi, in attesa di conferma, probabilmente, in questa fase, più attesi, a partire dall’esito ufficiale della fusione con l’Atletico Agro, operazione fortemente voluta dal patron rossonero, così come l’ufficializzazione delle new-entry nello staff rossonero, a partire dal segretario, che dovrebbe essere Aniello Pepe, dirigente sportivo di provata esperienza e dal nuovo responsabile della comunicazione.

Allo stesso modo c’è attesa anche della “fumata bianca” alla voce iscrizione al campionato, in merito alla quale non ci saranno sorprese come annunciato dallo stesso patron nel comunicato diramato qualche giorno fa. Operazione che sarà possibile completare a partire dal prossimo 8 luglio e non oltre il 12 dello stesso mese.

A questo punto, per la tanto attesa conferenza stampa del patron, che oramai non più di fine stagione, ma quella che svisceri il programma futuro, si dovrebbe attendere davvero poco, al massimo ipotizziamo subito dopo l’avvenuta iscrizione, quale occasione migliore per annunciare la nuova guida tecnica, che, al momento, vede in pole Nello Cuono Di Costanzo, allenatore d’esperienza, che rappresenterebbe un buon punto di partenza.  Bisogna ancora attendere, ma il nostro auspicio, che dopo tanto tribolare, si ritorni nuovamente a disputare campionati all’altezza del blasone centenario del club di via Matteotti.

redazione FozaNocerina.it