Caso Cerignola, slitta il sorteggio di D: è sempre caos

Caso Cerignola, slitta il sorteggio di D: è sempre caos

Da alcune stagioni nei campionati italiani di calcio dalla seconda serie in giù assistiamo continuamente a stravolgimenti dei calendari e delle categorie alle quali le varie squadre hanno il diritto a partecipare. Questa volta tocca all’Audace Cerignola, formazione che l’anno scorso ha vinto i playoff del girone H di Serie D, portare scompiglio all’interno del panorama calcistico del nostro Paese. Ad oggi, 7 agosto, non si conosce ancora in quale categoria figurerà la compagine pugliese nella stagione 2019-2020.

I fatti. Il ripescaggio dei foggiani in terza serie era stato bloccato dalla Figc, a causa di alcuni presunti problemi relativi al campo di gioco dove si sarebbero disputate le gare. In particolar modo, nel mirino vi era il manto erboso (tuttavia precedentemente approvato dalla Lega Nazionale Dilettanti, che gestisce il campionato di Serie D), giudicato non adatto al torneo.

Cerignola in Serie D? Niente affatto. Lo scorso lunedì 5 i dauni sono stati infatti ripescati in Serie C grazie a una sentenza pronunciata dal Collegio di Garanzia del Coni, sezione controversie relative ad ammissioni ed iscrizioni ai campionati. Figc e Lega Pro, in attesa di leggere le motivazioni del Collegio, hanno già fatto sapere che ricorreranno al Tar del Lazio contro il provvedimento del Coni.

Un caos clamoroso, che produce mille incertezze. Cerignola ripescato in C? Se sì, torneo a 61 squadre, o annullamento della riammissione della Paganese e conseguente partenza a 60 squadre? Il calendario, per inciso, è già stato fatto. A 60 squadre. Quello di Serie C, certo. Per il sorteggio delle giornate di Serie D, invece, dovremo attendere ancora un po’. Fin quando? Chi lo sa. Ferragosto, forse: 15 agosto. La Coppa Italia di categoria, per dire, parte il 18. Tanto il tempo c’è, no?

Marco Stile, ForzaNocerina.it