COPPA ITALIA, PORTICI-NOCERINA 1-0: fa tutto Improta. Rigore fallito e goal vittoria

COPPA ITALIA, PORTICI-NOCERINA 1-0: fa tutto Improta. Rigore fallito e goal vittoria

PORTICI 1

NOCERINA 0

PORTICI (4-3-1-2): Marone; Liguori, Arpino, Albanese, Del Gaudio; Atteo, Nappo, Arario (73’ Blasio); Onda (73’ Coratella); Improta, Guarracino. A disposizione: Torino, Bisceglia, Mazza, Imbimbo, Cimmino, Scala. All.: Chianese.

NOCERINA (4-2-3-1): Leone; Stellato (79’ Pisani), Mannone, Campanella, Festa; Di Lollo, Landri (90’ Carrotta); Carrafiello (46’ Mincione), Poziello, Liurni (79’Conte); Sorgente. A disposizione: Scolavino, Messina, Ciampi, De Siena, Senatore. All. Di Costanzo

MARCATORI: 67’ Improta (P).

ARBITRO: Ubaldi di Roma 1.

NOTE: Spettatori 200 circa. Al 51’ Improta (P) fallisce un calcio di rigore (parato). Espulsi 39’ Di Lollo (N), per doppia ammonizione. Ammoniti: Nappo (P), Di Lollo, Caraffiello, Sorgente (N).

PORTICI (NA) – Il Portici batte la Nocerina e si qualifica ai trentaduesimi di finale della Coppa Italia di Serie D. Decide la rete di Improta che prima sbaglia un calcio di rigore e poi si rifà con gli interessi guidando i suoi alla vittoria. I molossi, in inferiorità numerica per tutto il secondo tempo a causa dell’ingenua espulsione rimediata di Di Lollo, partono bene, lasciandosi preferire per buona parte della prima frazione di gioco, ma vanno in affanno strada facendo subendo il ritorno di un Portici che nella ripresa, oltre all’errore dagli undici metri e al goal che poi deciderà il match, ha collezionato le occasioni più pericolose.

Chianese manda subito in campo l’ex Pellegrino Albanese e conferma le indicazioni della vigilia schierando i suoi con il 4-3-1-2 con Onda che agisce alle spalle di Improta e Guarracino. Di Costanzo si affida allo stesso undici che domenica scorsa ha battuto ai rigori il Nola e conquistato il passaggio del turno, eccezion fatta per Di Lollo che, scontato il turno di squalifica, fa il suo esordio in maglia rossonera.

Parte subito forte la Nocerina. Al Primo giro di lancette, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Poziello, tutto solo in area, ha l’occasione buona per portare avanti i suoi ma cicca clamorosamente l’impatto con il pallone. Due minuti più tardi l’ex Caraffiello va via sulla destra supera un paio di avversari e, entrato in area, cerca il palo lontano trovando invece la bella respinta di Marone che blocca in due tempi. Il Portici si vede per la prima volta al 21’. Bella la semi rovesciata di Guarracino su cross di Onda dalla destra, la mira però lascia a desiderare con il pallone che si perde altissimo sulla traversa. I napoletani vanno ancora vicini al vantaggio tre minuti più tardi con Arario che colpisce di testa da buona posizione ma non inquadra lo specchio. Sul capovolgimento di fronte, ci prova Di Lollo a volo su cross invitante di Carrafiello, palla distante dalla porta azzurra. Al 28’ ancora Portici. Azione d’angolo. Stoccata di Arpino di testa, palla fuori. Al 39’ la Nocerina resta in dieci. Grossa ingenuità di Di Lollo che, già ammonito, tocca il pallone con una mano nel tentativo di sottrarlo ad un avversario sotto gli occhi dell’arbitro, secondo giallo e doccia anticipata per l’ex Castelfidardo, per quella che è l’ultima emozione della prima frazione di gioco.

Ad inzio ripresa Di Costanzo corre ai ripari inserendo Mincione al posto di Caraffiello nel tentativo di arginare un Portici che fin dalle prime battute prova ad approfittare dell’uomo in più. Al 48′ Guarracino si divora un goal praticamente già fatto. Su un cross dalle retrovie si presenta a tu per tu con Leone ma spedisce clamorosamente la palla fuori. Un duello che si rinnova tre minuti più tardi. L’undici azzurro sguscia ancora una volta via, si fa metà campo palla al piede e giunto in area rossonera viene travolto da Leone. L’arbitro indica il dischetto. Dagli undici metri si presenta Improta che però deve fare i conti con il numero uno rossonero che sventa la minaccia riscattando alla grande l’ingenuità commessa pochi minuti prima. Il rigore fallito alimenta ancora di più la voglia del Portici di staccare il pass qualificazione con la Nocerina in difficoltà a contenere le sfuriate dell’undici di Chianese. Al 55’ Guarracino si ritrova di nuovo a tu per tu con Leone, il portiere molosso questa volta è bravo a neutralizzarlo. Nulla può invece sul gran sinistro dal limite dell’area di Improta che al minuto 67’ si insacca all’incrocio dei pali per il vantaggio degli azzurri. La risposta della Nocerina è affidata al sinistro di Poziello che, direttamente da calcio da fermo, prova a sorprendere Marone bravo a rifugiarsi in angolo. Sarà l’unico vero pericolo creato dalla Nocerina nella ripresa. I molossi dicono così addio con largo anticipo alla manifestazione tricolore. Un’eliminazione tutto sommato indolore che permetterà all’undici di Di Costanzo di riversare tutte le attenzioni sul campionato al via già domenica prossima quando al San Francesco sarà di scena il neo promosso Grumentum Val D’Agri.

Fabio Vicidomini, ForzaNocerina.it