SI SALVI CHI PUÒ: la risposta più bella arriva dagli spalti

SI SALVI CHI PUÒ: la risposta più bella arriva dagli spalti

Il turno preliminare di Coppa Italia di serie D, è calcio d’estate, anche se trattasi del primo appuntamento ufficiale della stagione sportiva, rappresenta poco più di una partita amichevole durante la preparazione estiva pre-campionato. Quindi un’analisi tecnico-tattica, di questi tempi lascia il tempo che trova, visto che le squadre, tutte, sono in fase di allestimento, sia sul piano della rosa, che in casa rossonera, va sicuramente ampliata, che sul piano puramente tattico-fisico, con situazioni di affaticamento ed appannamento mentale, dovute sia alla calura estiva, ma maggiormente ai carichi di lavoro che questa fase richiedono. Anche qualche piccola defaillance organizzativa è lecita in questo momento di inizio stagione, le piccole falle intraviste, saranno da qui a breve un fugace ricordo, tempo al tempo.

L’unica certezza resta il magnifico pubblico rossonero, che non conosce ostacoli e pause stagionali di turno, infatti, anche in pieno agosto, non ha fatto mancare il solito calore ed apporto. Circa cinquecento presenze, in questa fase dell’anno, rappresentano un caposaldo importante da cui partire, un plauso meritatissimo a loro, ma ancor più forte e sentito l’applauso, permettetecelo, va agli ultras, che sfidando anche la calura estiva, hanno incessantemente per 90 minuti ed oltre, incitato i nuovi beniamini, dimostrando ancora una volta, ma non rappresenta più una novità, il grande attaccamento verso la maglia rossonera.

Uno spettacolo continuo, il vero spettacolo di giornata, viste le giocate poco esaltanti in campo, con cori  e bandiere sventolate a più non posso, che avranno fatto tremare e non poco le gambe ai molossi sul terreno di gioco, che senza ombra di dubbio avranno inteso subito, di che pasta è fatta il tifo rossonero. Alla fine applausi per tutti, per i calciatori, che hanno sudato la maglia e per gli ultras, molto apprezzati sia da tutti i presenti sugli spalti, ma principalmente dai ragazzi in campo, che hanno ricambiato gli applausi sentitamente. Buona la prima, ma c’è tanto da lavorare, il cammino è lungo ed arduo. Forza Molossi

Francesco Cuomo, ForzaNocerina.it