NOCERINA-FOGGIA 0-2, le pagelle: Lava generoso, Poziello impalpabile

NOCERINA-FOGGIA 0-2, le pagelle: Lava generoso, Poziello impalpabile

Leone 6 Impegnato raramente, subisce due gol sui quali è sostanzialmente incolpevole.

Ciampi 6 Difensore centrale, deve adattarsi a giocare da terzino. Lo fa diligentemente, spingendo quando √® chiamato a scendere sulla fascia. Termina la gara da centrale dopo l’uscita di Mannone.

De Siena 5,5 Se la cava benino quando deve difendere, ma oltre la linea di centrocampo non riesce a lasciare il segno.

Campanella 6 Attento e cattivo quanto basta, il centrale difensivo rossonero sciorina la miglior prestazione, fin ora, con la maglia della Nocerina.

Mannone 6 Finché resta in campo, dimostra di essere il leader della difesa rossonera.

Carrotta 5,5 Meriterebbe qualcosa in pi√Ļ, ma, oggi, √® lo sfortunato protagonista della gara.¬†Nel primo tempo, con un evidente fallo di mano, regala il rigore del vantaggio dauno. Nella ripresa, si fa espellere per un intervento che, ai pi√Ļ, appare sulla palla, ma l’arbitro vede sull’avversario. A Nard√≤, il centrocampo rossonero dovr√† fare a meno del suo perno.

Di Lollo 6 Sale in cattedra soprattutto nella ripresa quando si mette in luce per qualche bella palla che offre agli attaccanti.

Corcione 5,5 Buona gara per il giovanissimo centrocampista rossonero. Tuttavia, il calo sul finale della partita è troppo vistoso.

Poziello 5 Evanescente. Spesso scompare dalla gara e, quando vi prende parte, lo fa per lasciare il segno in negativo.

Lava 6,5 Prova generosa per l’attaccante toscano. Corre per novanta minuti dietro palloni spesso troppo lunghi per essere controllati. Non viene praticamente mai servito in area di rigore.

Sorgente 5 Sprecare tre occasioni limpide nell’arco di dieci minuti decisamente non va.

Subentrati

Messina 6 Deve adattarsi prima a offendere, poi a coprire. Lo fa con diligenza.

Liurni ng

Mincione ng

Carrafiello ng

Mister Di Costanzo 5,5 Se qualche pecca va trovata nella Nocerina odierna, bisogna parlare del costante ricorso al lancio lungo che scavalca il centrocampo e costringe gli avanti rossoneri a un superlavoro, correndo costantemente dietro palloni raramente calibrati.  Inoltre, non sarebbe sbagliato anticipare qualche sostituzione, almeno in risposta alle mosse del trainer avversario.

Francesco Belsito, ForzaNocerina.it