L’AVVERSARIO: il Brindisi di mister Olivieri

L’AVVERSARIO: il Brindisi di mister Olivieri

Reduce dalla vittoria in esterna, negli ultimi minuti di gioco sul campo del Taranto, il Brindisi cerca la prima vittoria casalinga al “Franco Fanuzzi”, dove affronterà la Nocerina di mister Di Costanzo, anch’essa reduce dalla vittoria tra le mura amiche con il Grumentum.

LA SQUADRA. Allenata da mister Olivieri, il Brindisi per la stagione ha deciso di confermare molti calciatori della scorsa stagione, affiancandoli ad calciatori di sicura affidabilità ed esperienza per raggiungere quanto prima gli obiettivi prefissati.
Nella prima uscita in campionato, la compagine pugliese è scesa in campo con un 4-3-3 molto offensivo, a dirigere la difesa è toccato la classe ‘00 Lacirignola che insieme ai due centrali di esperienza Ianniciello e Fruci compongono un reparto difensivo ben collaudato essendo quello che ha garantito la promozione dall’eccellenza al massimo campionato dilettantistico.
Sugli esterni difensivi la scelta è ricaduta su due under Escu (‘01) e Corbier (‘99) che hanno dimostrato buona dimestichezza contro il Taranto, rispondendo presente alla chiamata del loro allenatore.
Nella zona nevralgica del campo, anche quest’anno tocca a Marino dare le giuste geometrie, insieme a Giacomo Zappacosta, esperto centrocampista che nella scorsa stagione ha affrontato i molossi con la maglia del Rotonda e da Salvatore D’Ancora, l’anno scorso al Savoia, che può vantare più di 100 presenze tra serie B,C ed D divise tra Cavese, Bisceglie e Juve Stabia.
In attacco, il giovanissimo classe ‘00 Mosca e la mezza punta Ancora, ex Taranto e Francavilla, fungono da supporto per Anibal Montaldi, autore di 225 presenze e 98 reti in serie D.

I PRECEDENTI. I precedenti tra le due squadre in terra pugliese sono dieci e il rendiconto porta quattro vittorie per il Brindisi, quattro pareggi e due vittorie per i molossi.
L’ultimo precedente risale alla stagione 2008/2009 con i brindisini che si imposero con il risultato di 1-0.
Il risultato che farà battere sicuramente il cuore ai tifosi rossoneri risale al
Campionato di Serie C 1977/78 quando alla penultima giornata, i rossoneri, con circa quattromila persone al seguito, si imposero con il risultato di 1-4 con le reti di Caruso, due volte Bozzi e Chiancone, risultato che permise ai rossoneri di agganciare il Catania in vetta alla classifica, regalandosi così lo spareggio promozione , che consegnó per la seconda volta la serie B al popolo rossonero.

Francesco De Filippis, ForzaNocerina.it