TRIPLICE FISCHIO: molossi di grinta allo Stadio Italia

TRIPLICE FISCHIO: molossi di grinta allo Stadio Italia

I rossoneri in dieci per più di 90’ riescono a strappare un prezioso pari contro il Sorrento

IL PROTAGONISTA –  Si procura il penalty del momentaneo vantaggio della Nocerina, e sigla il gol del pari lasciandosi alle spalle alcune prestazioni opache e qualche critica ingenerosa, Simone Sorgente, classe ’99, contro i costieri va in rete con una bordata dai venti metri che trafigge l’estremo sorrentino e regala un punto che vale oro alla sua squadra.

IL MOMENTO CHIAVE – Pronti? Via! Dopo soli tre minuti la Nocerina è ridotta in dieci per un’ingenuità di De Siena, che sotto gli occhi dell’assistente arbitrale colpisce un avversario. Il guardalinee richiama subito l’attenzione del signor Cannata di Faenza che dopo appena centottanta secondi manda il giovane numero tre ospite a fare la doccia. La Nocerina di Di Costanzo reagisce bene all’inferiorità numerica e addirittura passa in vantaggio grazie ad un rigore trasformato da Tshibamba per atterramento di Sorgente. Il Sorrento non ci sta e dopo una decina di minuti agguanta il pari su calcio piazzato ad opera di Bonanno. In apertura di ripresa i padroni di casa, forti della superiorità numerica, incalzano la Nocerina, trovando il vantaggio con un colpo di testa dell’ex Cacace. Passano appena cinque minuti e Sorgente riequilibra le sorti della gara con un gol di potenza e prepotenza. Nel finale il nervosismo la fa da padrone e anche l’ex di turno Cacace rimedia il cartellino rosso. Pari e patta, come uomini e come risultato.

DIETRO LA LAVAGNA – Nello spogliatoio avrà avuto una ramanzina che difficilmente dimenticherà Andrea De Siena, a tutti può capitare di perdere le staffe, ma dopo tre minuti e sotto gli occhi del guardalinee, non merita nessuna giustificazione. INGENUO!

Fabio Vicidomini, ForzaNocerina.it