SI SALVI CHI PUÒ: a Gravina un punto che fa morale. Ora il mercato. Sará rivoluzione?

SI SALVI CHI PUÒ: a Gravina un punto che fa morale. Ora il mercato. Sará rivoluzione?

Arriva un buon punto dalla trasferta di Gravina, che muove di poco la classifica, ma di sicuro ha la sua valenza morale, su un gruppo che nelle ultime uscite, aveva sorriso davvero poco.
La classifica è tutt’altro che soddisfacente, da quì in poi la Nocerina non può concedersi pause e dovrà viaggiare ad un ritmo sostenuto, quasi da squadra da vertice,  per arrivare alla salvezza diretta.

AL VIA IL CALCIOMERCATO DI RIPARAZIONE. Finalmente, intanto, da ieri ha preso il via il tanto agognato mercato di riparazione. Sarà davvero la panacea a tutti i mali? Invocato sin dall’inizio della nuova gestione tecnica, eccolo qui alle porte, ma cosa ci riserverà? C’e chi racconta di entrate, ma anche di tante uscite, di diversi calciatori pronti a lasciare la compagine rossonera. Si parla di almeno sette elementi. Tra under ed over ci sarà una vera e propria rivoluzione e stando agli ultimissimi rumors non sono da escludere clamorose sorprese.  Iannini verso Andria, Mannone al San Tommaso, Liurni al Chieti, via anche D’Anna, difficoltà per arrivare a Maggio e Di Prisco, speriamo siano solo voci e nulla più.  La speranza principale è che a questo giro le scelte vengano fatte con cognizione di causa e a tal proposito, viste le premesse, una domanda ci sorge spontanea: chi e con quali risorse opererà in questa fase delicata ? Il fantomatico operatore di mercato, tirato per la giacca alla fine dell’avventura di Di Costanzo, si materializzerà? Si opterà ancora per un mister X o semplicemente si farà tesoro delle amicizie e competenze del duo tecnico Esposito-Cavallaro?
Per adeguare il tasso tecnico, non serve solo cambiare le pedine, ma bisogna necessariamente adeguare il budget di spesa, che è senza ombra di dubbio da incrementare, per cercare di puntare alla salvezza, al di là dei proclami trionfalistici lanciati qua e la durante qualche conferenza stampa.

SALVEZZA DIFFICILE MA NON IMPOSSIBILE. Il baratro è dietro l’angolo, evitarlo è essenziale, in qualsiasi modo, anche facendo un passo indietro, se necessario. I nocerini, la Nocerina, non posso permettersi un’altra Waterloo. Bisogna allestire una rosa, che inizi, subito, la rincorsa in classifica e che riporti dignità, quantomeno sotto l’apetto tecnico.  La dignità non la si trova al mercato, la dignità non è in vendita, la dignità non ha prezzo, la Nocerina è una cosa seria! Forza Molossi.

Francesco Cuomo, ForzaNocerina.it