UNA STORIA FA, quando ForzaNocerina s’inventò un social

UNA STORIA FA, quando ForzaNocerina s'inventò un social

Questa storia ha inizio ai primordi del nuovo millennio. Sono passati una ventina d’anni. Certo, non sono pochi. Tuttavia, in termini di tecnologia, è come se fosse passato un millennio.
I siti internet c’erano, vent’anni fa, ma erano pochi. Li raggiungevamo grazie a connessioni che non erano ancora “flat” e dovevamo contare i minuti per non gravare troppo sulla bolletta del telefono. I nostri modem 56k si agganciavano alla rete globale attraverso quel suono stridente che faceva sapere a tutto il palazzo che ti eri collegato a internet. E, a casa, nessuno poteva più alzare la cornetta del telefono.
Pensare che, oggi, un banale cellulare dispone di una connessione infinitamente più veloce di qualsiasi computer di allora… mi fa sentire vecchio.

Indipendentemente dalla velocità, c’era una certezza per i nocerini che si connettevano. Che tu avessi netscape navigator o internet explorer, digitavi “www.forzanocerina.it” e cliccavi sul “muro”. Quell’affollatissimo muro, pieno di graffiti, creato dalla mente visionaria di Vincenzo D’Amico e Alberto Vitolo. In quel tempo, Facebook non era neanche nei pensieri del suo creatore e gli smartphone non erano in grado di connettersi… e i “desktop” erano panciuti e ingombranti. Eppure, i molossi avevano già il loro social dedicato. I tifosi rossoneri sparsi per Nocera, per l’Agro e per l’Italia, trovarono, all’improvviso, un luogo in cui sentirsi tra amici per parlare, in qualsiasi ora del giorno e della notte, della loro Nocerina. Ed era un social affollato! I primi dieci minuti li spendevi a leggere tutti i messaggi che erano stati postati dall’ultima volta in cui ti eri connesso.

Per quanto mi riguarda, scoprii il muro grazie a un caro amico che lo frequentava. Erano anni strani, calcisticamente. I molossi venivano dalla doppia retrocessione dalla C1. Ma veleggiavano in testa alla C2. La squadra era affidata all’istrionico Capuano e su quel muro campeggiavano le impressioni dei tifosi molossi e quelle dei tifosi di tantissime altre squadre (Foggia e Catanzaro su tutte).
Così, cominciarono le prime chiacchiere tra “nickname” senza volto. C’erano pepperossonero, molosit, sasà83, ilMastino, Nocerinoal101%, VonFreud, sangue rossonero, NeverWar, Miku, cicciomolosso, Nocera, Cani Sciolti… Qualcuno aveva anche un avatar, un’immagine del profilo, diremmo oggi. Nick e avatar, in poco tempo, si trasformarono in volti, persone e amici.

Quando il “muro” andò in pensione, nacque il primo vero Forum. Ospitato sulla piattaforma forumfree, “Il forum di ForzaNocerina” si arricchì di sezioni, sottosezioni e passatempi (celebri e frequentatissimi il “gioco dei pronostici” e il “fantacalcio” dedicato alla serie in cui militavano i molossi). Su quel forum si discuteva di tutto: della nostra città, di politica, di internet… Ma la regina era “lei”, la nostra Nocerina.
Con la velocità di connessione, aumentarono i contatti e i frequentatori del sito. RudyKrol, Carmine, alfaterna, MrEnrich, asso, degnocerino, Cruels84, Tore007, Erik, ivano da Milano, Danilo, Salzao Meravigliao, MimmoFab, mistercarmanno… gli utenti divennero centinaia, le discussioni migliaia. E quando i tifosi delle altre squadre ci venivano a trovare, scoprivano un mondo fatto di rispetto per gli avversari e di amore indiscusso per i molossi.
Così, utente dopo utente, discussione dopo discussione, sezione dopo sezione, entrando nella “top 100” il nostro social divenne uno dei forum calcistici più frequentati e rispettati d’Italia.
Tra cene, striscioni, trasferte e tornei di calcetto (prima con cavesi e stabiesi, poi con altre tifoserie “rivali”), quel gruppo di amici si è avvicinato a tantissimi altri sportivi.
Qualcuno ci ha anche lasciato, come braciglianorossonera e  il mai troppo rimpianto Vincenzo Salzano, al quale fu giustamente dedicato il premio “Molosso dell’anno”, che premiava il calciatore che, nell’annata calcistica, a giudizio degli utenti, si era dimostrato un vero molosso.

Infine, quando i “social network” di nuova generazione irruppero sulla scena globale, il forum cominciò a perdere colpi. Fu anche rinnovato, prima di scomparire. Eppure, quell’esperienza rimane un’intuizione che ha avvicinato tanti tifosi e ha consolidato amicizie sane, vere e rossonere che durano ancora oggi, andando oltre un semplice link dismesso.

Francesco Belsito, ForzaNocerina.it