NOCERINA E DISABILI, ecco com’è andata

NOCERINA E DISABILI, ecco com’è andata

Nella mattinata di venerdì 23 ottobre 2020, la nostra testata giornalistica è stata chiamata in causa – non direttamente, ma attraverso il titolo di un articolo da noi pubblicato – da un comunicato ufficiale dell’ASD Nocerina Calcio 1910, a firma del presidente, avvocato Paolo Maiorino. Il massimo dirigente della società rossonera ci ha accusati di essere stati “imprecisi”, affermando che “la società rossonera ha rilasciato gratuitamente i biglietti per l’ingresso dei disabili sotto la totale responsabilità della società a tutti coloro che ne hanno fatto richiesta” e concludendo che “l’Asd Nocerina Calcio 1910 si tutelerà nelle sedi opportune per la diffusione di notizie non veritiere”. Ebbene, se proprio ci teniamo a divulgare la verità, ecco com’è andata esattamente la storia.

I FATTI DI MARTEDÌ La notizia della riapertura del San Francesco in occasione dell’incontro infrasettimanale con la Torres è stata accolta favorevolmente da tutti i tifosi rossoneri. Per permettere l’apertura delle porte, la società di Via Barbarulo si è premurata di mettere in atto, insieme ai punti vendita Futuransa, tutte le norme previste nelle direttive anti-COVID emanate dalla LND. Nel comunicato apparso alle ore 16:56 del 19 ottobre 2020 sul sito ufficiale della Nocerina intitolato: “NOCERINA-TORRES: al via la prevendita”, venivano rese note le modalità di acquisto dei biglietti. È facile constatare che sui disabili non è stata detta neanche una parola. Nella stessa giornata, alle ore 19, la nostra testata giornalistica ha pubblicato, a firma di Francesco Belsito, un articolo intitolato: “NOCERINA, quell’imperdonabile dimenticanza verso i disabili” nel quale si constatava che, nel comunicato sulla prevendita, la società rossonera non aveva fatto alcun riferimento alle persone diversamente abili. Dimenticanza non rilevata solo da noi, in quanto lo stesso articolo riportava lo sfogo di un tifoso diversamente abile.
Nella stessa serata, il presidente del Club Universo, Giuseppe Buonocore, ha contattato Francesco Cuomo, collaboratore storico di ForzaNocerina.it. Entrambi hanno deciso, in via del tutto autonoma, di fare qualcosa per i disabili delle due Nocera. Così, hanno pensato di contattare l’assessore allo sport della Città di Nocera Inferiore, la dottoressa Federica Fortino. Il vicesindaco, dimostrando grande sensibilità nei confronti della materia, si è adoperata per assicurarsi che il settore Distinti dello Stadio San Francesco fosse idoneo per ospitare le persone in carrozzina.

UN INSOLITO PRE-GARA Nella mattina di mercoledì 21 ottobre, ottenuto il via libera da parte dell’assessore, lo stesso Cuomo si è recato allo stadio per verificare di persona quale percorso fosse migliore per le necessità di coloro che avevano difficoltà di deambulazione. Successivamente, Francesco ha deciso di recarsi presso la sede di Futuransa in Via Nicola Bruni Grimaldi a Nocera Inferiore per acquistare, a spese sue e di Giuseppe Buonocore, otto biglietti da destinare ad altrettanti tifosi diversamente abili.
Colpito dal gesto, il responsabile della biglietteria, Vincenzo D’Andria, si è opposto a qualsiasi forma di pagamento e, prima ancora di avvertire la società rossonera, ha disposto, prendendosi ogni responsabilità del gesto, che quei biglietti fossero considerati “omaggio”. Dopo che Francesco è andato via dalla bitteglieria, nella sede di Futuransa è arrivato l’avvocato Paolo Maiorino. Messo al corrente dell’iniziativa voluta da Francesco Cuomo e avallata da Vincenzo D’Andria, il presidente della Nocerina non solo non si è opposto, ma ha apprezzato l’iniziativa messa in atto da entrambi.

LA LETTERA DI GIOVEDÌ All’indomani della gara, a ulteriore dimostrazione di quanto la questione avesse fatto il giro della città, la nostra testata giornalistica ha ricevuto la nota del presidente del Club Universo di Nocera Inferiore, Giuseppe Buonocore. La lettera è stata regolarmente pubblicata nell’articolo “NOCERINA, questione disabili: lo sfogo di un tifoso”.

EPILOGO Quanto accaduto negli ultimi tre giorni è facilmente dimostrabile attraverso testimonianze, messaggi e telefonate. Si tratta di una vicenda che, come dovrebbe sempre accadere quando si tratta di rispettare diritti e fare solidarietà, doveva restare chiusa in un cassetto. Il vicesindaco di Nocera Inferiore, Federica Fortino, il presidente del club di volontariato, Giuseppe Buonocore, il nostro collaboratore Francesco Cuomo, il responsabile di Futuransa, Vincenzo D’Andria, avrebbero voluto restare anonimi, tant’è vero che nessuno aveva espresso la minima volontà di associare il proprio nome alla questione.
Il nostro articolo di martedì, come costume per la testata a cui facciamo riferimento, era soltanto un invito rivolto al club, giustificato anche dai solleciti dei numerosi soggetti interessati che ci avevano contattati per avere notizie sulla possibilità di accedere all’impianto. Riteniamo, pertanto, di non aver in alcun modo leso il buon nome della Nocerina che, giova ricordarlo, a noi sta più a cuore di qualsiasi altra cosa. Restiamo a disposizione per qualsiasi chiarimento, o anche per ospitare una replica dello stesso presidente Maiorino. Qualora il massimo dirigente rossonero ritenesse opportuno girarci una nota ufficiale, saremo lieti di pubblicarla sul nostro sito. Il tutto, sempre nell’interesse dei colori rossoneri.

Redazione, ForzaNocerina.it