L’avversario: Brescia a caccia del poker

L'avversario: Brescia a caccia del poker

BRESCIA – L’appetito vien mangiando, si sa. E se poi il tutto è collocato alla classica ora di cena, il detto assume toni ancor più ‘saporiti’. Certo, questo Brescia-Nocerina posticipato alle 19.00 del 22 gennaio sotto l’ombra cupa del San Giuseppe (e non nei pressi della spiaggia di Mondello…) è quantomeno singolare come scelta, se non che il palinsesto pay-tv, che paga e quindi comanda, ‘giustifica’ qualsiasi orario a qualsiasi latitudine a scapito dell’incolumità e dello spettacolo.  

Per fortuna, il termometro ha guadagnato qualche grado e il rischio ghiaccio (il campo è stato comunque coperto dai teloni) sembra scongiurato. Un terreno di gioco pesante o ‘difficile’ è palese che avvantaggerebbe chi si difende e, il momento delle due squadre lo dice chiaro, l’ipotesi di trovarsi una Nocerina (senza vittorie da dieci turni) super coperta è più che plausibile. “Sono queste le partite in cui bisogna alzare le antenne” , ha dichiarato a monito Alessandro Calori, ricordando che la cura dei particolari e la concentrazione devono rimanere a livelli elevati.  

Mancherà Adam ‘purgatorio’ Vass, squalificato, mentre Jonathas ritroverà il campo dal primo minuto in luogo del ‘partner’ di reparto Feczesin, acciaccato, così come Salamon ancora un’altra settimana in infermeria. Martina Rini per l’ungherese blasfemo sembra il cambio più logico per uno come il mister delle rondinelle che ha fatto della semplicità del rispetto dei ruoli un suo credo. Con il modulo che, visto il minutaggio insufficiente nelle gambe di Foti (“scelta d’utilizzo da ponderare”), resterà quello vincente delle ultime due gare, cioè quel 3-5-1-1 tanto prolifico.  

In attesa di Larrondo, o chi per lui, il tecnico aretino non pare inclino a rischiare più di tanto e cerca di mantenere le certezze come punto di riferimento per Zambelli e compagni. Con una squadra che ha, perlomeno, il vantaggio di scendere in campo conoscendo i (buoni) risultati delle avversarie che alimentano lo spirito giusto per affrontare i campani assetati di punti. Da queste parti, invece, l’indimenticata ferrea dieta delle tredici partite senza vittoria ha portato, più che sete, una gran fame. E allora Brescia, buon appetito.

 

BRESCIA-NOCERINA               Stadio ‘Rigamonti’, ore 19.00             23^ giornata

Le probabili formazioni: BRESCIA (3-5-1-1): Arcari; Martinez, De Maio, Caldirola; Zambelli, Martina Rini, Budel, Mandorlini, Daprelà; El Kaddouri; Jonathas. All. Calori
NOCERINA (4-2-3-1): Concetti; Piroli (Nigro), De Franco, Di Maio, Bolzan; Bruno, Parola; Gherardi, Farias, Catania; Plasmati. All.Campilongo

 

Fabrizio Zanolini,www.bresciaingol.com