LIVORNO. Madonna conferma il 4-4-2

Con l’arrivo al Padova di Bentivoglio sembrava che il reparto offensivo dei veneti fosse completo. Invece, il diesse Rino Foschi non ha ancora perso le speranze di poter far vestire Dionisi di biancorosso. Nel pomeriggio c’è stato un lungo meeting al quale erano presenti anche Signorelli e il procuratore di Vantaggiato, Giovanni Tateo. La richiesta da parte della società amaranto sembra essere scesa a 3,5 per l’intero cartellino del giocatore più tutto Vantaggiato ed è qui che sono sorti i maggiori problemi. L’attaccante del Bologna infatti ha fatto una richiesta giudicata alquanto sconcertante: tre anni e mezzo di contratto a 600mila euro netti a stagione. “Inaccettabile” è stata la risposta del patron amaranto. Questa pretesa ha di fatto bloccato la trattativa generando non poca rabbia tra i dirigenti di Bologna e Padova. Spinelli considera alto il costo in un anno di Knezevic (circa 800mila euro), figuriamoci se è disposto a spendere una cifra simile per un altro giocatore. Così proprio non ci siamo, meglio tenersi stretto Dionisi che, in questi anni, ha sempre dimostrato il suo attaccamento alla maglia. Tuttavia l’offensiva del Padova non finisce certamente qui. Tra le due parti ci sarà un nuovo incontro previsto per lunedì dopodiché se son rose fioriranno, altrimenti il Livorno potrà continuare a contare sulla coppia gol formata dall’ex Salernitana e Paulinho. In uscita, questi dovrebbero essere giorni buoni per il passaggio di Prutsch al Savona con Volpato ad un passo dall’accasarsi al Monza. Il Piacenza ha fatto un sondaggio per Russotto.

IN VISTA DI NOCERAUltimo giorno in Toscana per il Livorno prima della partenza per Nocera che avverrà questa mattina prima della consueta rifinitura. Il tecnico Madonna avrà a disposizione praticamente tutta la rosa eccezion fatta per Pieri che starà fermo ai box ancora per un mese e mezzo. L’allenatore, stando anche a quanto mostrato in allenamento, si affiderà ancora alla formazione capace di strappare cinque punti in tre partite. In difesa, viste anche le partenze di Miglionico e Perticone, le scelte sono praticamente obbligate con Salviato a destra e Lambrughi a sinistra mentre la coppia di centrali sarà formata da Knezevic e Bernardini. A centrocampo l’immancabile capitan Luci sarà supportato da Filkor con ai lati Schiattarella e Piccolo. In avanti piena conferma per la coppia formata da Dionisi (il cui futuro resta ancora un mistero) e Paulinho. Ancora panchina dunque per il neoacquisto Bernacci che deve ritrovare la giusta condizione fisica. Madonna punterà molto sulla accelerazioni e le ripartenze specialmente da parte degli esterni, l’arma che ha permesso di sfiorare il colpaccio a Marassi. Schiattarella e Piccolo dovranno essere bravi a sfruttare le aperture della difesa campana. Ottenere l’intera posta in palio sarebbe di vitale importanza e permetterebbe di guardare con maggiore fiducia alla prossima sfida in casa contro il Varese. 


Riccardo Campopiano, www.quilivorno.it