LIVORNO. Scelte obbligate in vista della trasferta di Nocera

La vittoria in trasferta manca addirittura dal 9 ottobre. Allora la squadra di Novellino si impose 4-0 sul campo dell’Albinoleffe. Dopo quel match sono arrivate soltanto cocenti delusioni lontane dell’Armando Picchi. Una tendenza che il Livorno deve assolutamente invertire se vuole arrivare alla conquista della salvezza il prima possibile. Sul suo cammino troverà una Nocerina galvanizzata dal ritorno in panchina di Autieri e che ha tutte le intenzioni di dar filo da torcere a Luci e compagni. La classifica dei campani infatti non è delle migliori e i tre punti servirebbero come il pane per evitare di sprofondare ancora di più. Gli amaranto si troveranno davanti quindi una squadra che darà tutto quanto ha in corpo per cercare di regalare al proprio pubblico una soddisfazione.
Il tecnico Madonna arriva a questa partita con praticamente tutta la rosa a disposizione. Le esclusioni dalla lista dei convocati (Russotto, De Lucia, Prutsch e Volpato) sono per pura scelta tecnica eccezion fatta per Pieri, ko per uno stiramento alla coscia sinistra. Come detto il tecnico confermerà il suo fedele 4-4-2, ma la novità principale potrebbe essere in attacco dove, stando alle ultime indiscrezioni, ci potrebbe essere il debutto dal primo minuto di Bernacci al posto di Dionisi. Decisiva sarà la rifinitura di questa mattina visto che pensare ad un attacco senza il suo principale bomber non è cosa buona e giusta.
L’allenatore amaranto comunque vuole interrompere il digiuno da vittorie in trasferta: “Sarà una partita importante sia per noi che per loro. Entrambe le squadre cercheranno di conquistare l’intera posta in palio e conquistare punti sarà fondamentale per levarsi dalle zone basse della classifica anche se ci sono ancora tante partite e il campionato è molto lungo. Qualora le cose andassero male, abbiamo ancora tante opportunità per centrare la salvezza”. Sulla Nocerina il tecnico ha le idee chiare: “L’ho seguita fin da inizio stagione quando alla guida c’era Autieri ed esprimeva un bel calcio tant’è che vennero a vincere proprio a Livorno. Il loro reparto offensivo è molto pericoloso quindi servirà la massima attenzione da parte dei nostri difensori”. Nelle tre partite sotto la gestione Madonna, il passare in svantaggio è stato sempre una costate: “Mi piacerebbe che almeno per una volta questo non accadesse e mi piacerebbe anche che la nostra porta non venisse violata. Certo, quello che alla fine conta è il risultato, però ottenerlo con questi due fattori sarebbe importante anche per il nostro morale”.

 

Probabile formazione
Bardi, Salviato, Bernardini, Knezevic, Lambrughi, Schiattarella, Filkor, Luci, Piccolo, Dionisi, Paulinho. All. Madonna


Riccardo Campopiano, www.quilivorno.it