Nocerina, mercato in fermento

Nocerina, mercato in fermento

Alla fine di una giornata convulsa e piena di sorprese, dove la Nocerina ha dovuto incassare (si fa per dire) in rapida successione le dimissioni di Sasà Campilongo  prima, ed Ivano Pastore poi, ed in attesa di riaffidare la panchina a Gaetano Auteri ed al suo staff, la società di via Alveo Santa Croce sta pianificando le strategie di mercato per dare nuova linfa ad una salvezza sempre più complicata, ma non impossibile. Tante le trattative in corso, nomi importanti per aiutare il resto della truppa a centrare l’obbiettivo. Partiamo dalla difesa, il nome nuovo è quello di Mohammed Abddourammane Coly,  senegalese classe ’84, un passato in B con le maglie di Cremonese e Varese, senza mai giocare, negli ultimi due anni a Taranto (quattordici presenze ed un goal nel campionato in corso). Due tra Fabinho, Schetter e Pagano potrebbero invece essere i nuovi esterni d’attacco. Tre vecchie conoscenze, pronte all’uso. Al brasiliano di proprietà dell’Udinese, in forza al Modena, l’ex DS Ivano Pastore si era timidamente (molto timidamente) avvicinato nel mese di agosto. A Modena sta trovando poco spazio ed avrebbe voglia di cambiare aria, stesso discorso per l’esterno in forza al Torino che pare finalmente essersi convinto dopo l’incentivo sotto forma di una nuova e più congrua offerta economica prospettata dalla Nocerina al suo procuratore. La situazione  comunque è in continua evoluzione e alla luce dell’incontro tra la proprietà e mister Auteri che si sta svolgendo in questi minuti non sono da escludere novità a partire dal ritorno in auge di Castillo e Caserta, passando per Avogardi e Diamoutene, per finire a Alessandro Carrozza, centrocampista in forza al Varese.

 

Lorenzo Orefice, Forza Nocerina.it