27^giornata: Torino re per una notte

27^giornata: Torino re per una notte

Ancora gelo, ancora rinvii, in attesa dei posticipi Livorno – Vicenza e Bari – Sassuolo, il campionato di serie B, giunto alla 27^giornata, ha una nuova capolista: il Torino che  travolge per 3 a 1 la Nocerina all’Olimpico e in attesa di novità dagli altri campi per il momento guarda tutti dall’alto verso il basso. Bene i granata, male la Nocerina, alle prese con i soliti errori difensivi, che però nonostante tutto può ancora sperare  visto che lì dietro non gira bene a nessuno e la lotta per tirarsi fuori dalle sabbie mobili della bassa classifica è quanto mai aperta. Perde l’Ascoli contro l’Hellas Verona che sale così a quota 51 punti e aggancia la seconda piazza della graduatoria a pari merito col Pescara che deve però recuperare ben due gare. Netto il predominio nella prima frazione di gioco dei gialloblu, è il trascinatore Hallfredsson a portare in vantaggio gli uomini di Mandorlini. Nella ripresa l’Ascoli si sveglia, ma non riesce a trovare la rete del pari, e al 90′ ci pensa Tachtsidis a chiudere i conti. Vince anche il Varese che sale a quota 44 e consolida la sua posizione in piena zona play off. Ne fa le spese il Gubbio, battuto grazie al goal del nuovo acquisto Rivas. Stessa sorte per l’Albinoleffe con la Samp. I blucerchiati chiamati a recuperare il terreno perso nel girone di andata, tornano a vincere in casa, grazie alla rete di Pozzi. L’unica delle pericolanti a mettere punti in cascina è il Crotone di Drago, che pur rimanendo in dieci per un tempo, riesce a bloccare il Grosseto sul 2 a 2. Mancino e Curiale i marcatori per il Grosseto e Caetano e Florenzi al 92′ per il Crotone. Il Brescia con Calori in panchina, non conosce sconfitta, sette le partite senza subire reti. E’ stato il Cittadella questa volta a pagarne dazio, Jonathas il mattatore con una doppietta. La Reggina così come la Samp rincorre le posizioni buone per la zona play off, ed inguaia sempre di più l’Empoli, che nonostante la coppia d’attacco Tavano-Maccarone non riesce a portare a casa punti. Da salvare la reazione dopo i primi sessanta minuti di super Reggina che si porta sul tre a zero grazie ai goal di Campagnacci, Viola e Ceravolo, salvo poi subire il ritorno dei Toscani ai quali prima con Tavano, al suo quattordicesimo centro stagionale, e poi con Dumitru per poco non riesce un’incredibile rimonta.

 

Angelo Guadagno, ForzaNocerina.it (foto ©2012 di GiusFa Villani)