BARI. Torrente: «Nocera campo caldo, ci vorrà il miglior Bari»

BARI. Torrente: «Nocera campo caldo, ci vorrà il miglior Bari»

BARI – Alla vigilia della gara contro la Nocerina, che nella gara dell’andata dopo aver pareggiato nella ripresa con Farias rischiò di mettere sotto i galletti di Puglia, in conferenza stampa il tecnico Vincenzo Torrente ha fugato gli ultimi dubbi sulla possibile formazione e i miglioramenti che si augura di continuare a vedere dalla sua squadra. L’allenatore ha subito esordito richiamando i suoi ragazzi alla massima attenzione: “All’andata potevamo chiudere la gara nei primi venti  minuti, poi abbiamo sbagliato una serie di occasioni e abbiamo subito il pareggio nel secondo tempo, rischiando di perdere. Ci aspetta la classica gara trappola e, se la dovessimo sottovalutare, rischieremmo di ripetere la sconfitta rimediata ad Ascoli. Tuttavia, rispetto per tutte le avversarie, ma quello che temo sono le nostre insicurezze. Mi auguro che la squadra continui con la fame che ha dimostrato di avere nelle ultime partite e l’intelligenza tattica. Sarà l’ennesimo banco di prova, per testare se questa squadra di ragazzi è matura”.  
Sulla possibile formazione che scenderà in campo, pochi i dubbi. Le novità sono la prima convocazione per il neoacquisto Pedro Cavanda che potrebbe già andare in panchina e quella dell’attaccante Vitaly Kutuzov che sostituirà l’influenzato Castillo: “Nacho, purtroppo, non partirà con la squadra perché era influenzato già da martedì sera. Oggi è anche venuto per l’allenamento, ma non stava bene. Vitaly si è allenato con la squadra in settimana, è a disposizione. Può giocare sia nel trio d’attacco se giocano stretti che come prima punta. Ha già giocato con il 4-3-3 quando lo allenava Zeman. Sugli altri? Romizi si è subito inserito bene, ha dato rapidità alla manovra e maggiore copertura. Questo ragazzo è un piccolo “Gazzi”. Per il resto lo vedrete in campo”. Molto probabile che gli altri due componenti della mediana saranno Bogliacino, apparso in buona forma, e De Falco. Out, invece, il difensore Claiton per il quale non si conosce ancora la data del rientro. Su Cavanda, invece,  l’ex tecnico del Gubbio, ha precisato: “Cavanda è qui da due giorni, però lo convoco perché mi ha destato subito una buona impressione sia a livello fisico sia per la sua rapidità; ci mancava, in squadra, uno come lui. È l’ennesimo giovane, venuto qui con la giusta determinazione e la voglia di dimostrare il suo potenziale. È a disposizione come gli altri”.
La prossima avversaria, la Nocerina di Auteri, l’allenatore biancorosso la conosce molto bene: “Anche se ultima in classifica, è reduce da buone prestazioni solo che ha raccolto poco. Dovremo fare attenzione perché ci aspetto un campo molto caldo, e loro imposteranno una gara molto aggressiva, sfruttando anche gli inserimenti dei nuovi acquisti. Ma come ho già detto, noi dovremo pensare principalmente a noi stessi, e dare continuità alla strada intrapresa”.


Marco Iusco, www.solobarinews.it