Pagano: ”a Torino con fame e determinazione”

NOCERA INFERIORE – È il grande ex in casa rossonera; Biagio Pagano ha lasciato da poche settimane Torino e si prepara al ritorno in Piemonte per una gara di fondamentale importanza per la sua nuova squadra. Una gara sulla quale incombe comunque il rischio rinvio: “il manto erboso ghiacciato potrebbe rappresentare un problema per la sua durezza,” commenta Pagano sulla possibilità di un rinvio della sfida, “sicuramente rappresenterebbe una difficoltà in più per entrambe le squadre; ma il rischio di rinvio c’è nel caso in cui siano gli spalti a ghiacciarsi; per noi un rinvio sarebbe positivo fino ad un certo punto: prima o poi dobbiamo giocarla.” Di certo ci sarebbe più tempo per entrare nel gruppo rossonero: “in questi giorni sto capendo meglio i movimenti degli attaccanti,” prosegue Pagano, “con il Bari non ho giocato al massimo: non sono ancora al meglio della condizione e non avevo mai giocato in quel sistema di gioco utilizzato ad inizio gara; di sicuro abbiamo fatto meglio quando siamo tornati al 3-4-3: con questo modulo ho fatto le migliori prestazioni in carriera, ai tempi della Reggina, e spero di ritornare presto a quei livelli..”
Da ex Pagano torna anche sulla sua esperienza al Toro: “non sono stato molto felice di come è andata con il Torino,” prosegue l’esterno, “sono stato penalizzato dagli infortuni anche se non mi sono mai sentito un peso per la squadra e non penso di esserlo mai stato; di certo quello del Torino era un gruppo affiatato.” E da granata Pagano ha vissuto la sfida dell’andata, piena di rimpianti per i molossi: “all’andata ho visto la partita in tv e ricordo di aver avuto una grande impressione della Nocerina,” prosegue il laterale molosso, “dobbiamo andare in campo con la stessa fame di quel giorno: sarei lieto di segnare, perché i gol li ho sempre fatti, ma se dovessi segnare non esulterei per rispetto nei confronti del Torino.” Un ultimo commento su un ex compagno di squadra che, probabilmente, Pagano si troverà ad affrontare: “Ogbonna non si supera,” spiega l’esterno d’attacco rossonero, “credo sia il difensore italiano più forte dei prossimi dieci anni e tra l’altro è anche un ragazzo fantastico dal punto di vista umano; sarà un avversario duro per noi.”


Filippo Attianese, ForzaNocerina.it (foto ©2012 di GiusFa Villani)