Tifosi protagonisti: ‘’Cittadella crocevia salvezza per la Nocerina”

“Credete ancora nella salvezza?” era l’interrogativo che avevamo posto ai nostri lettori ad inizio settimana per il consueto appuntamento con “Tifosi Protagonisti”, la nuova iniziativa pensata dalla redazione di ForzaNocerina.it nata dalla volontà di rendere i sostenitori molossi sempre più protagonisti e partecipi della più affollata e frequentata comunità web dedicata alla formazione rossonera. e come al solito la nostra casella di posta elettronica ha fatto il pieno di mail. A poche ore dall’importantissima gara di sabato col Cittadella il pubblico molosso è diviso: “sembrerà strano ma ci credo ancora” ci scrive Enzo, “manca la mentalità”, “non giocano da molossi”  ribattono delusi Francesco, Nino invita tutti a crederci ancora:  “insieme dobbiamo trascinare i ragazzi alla vittoria” il suo accorato appello ai tifosi rossoneri. Di seguito  alcune mail ricevute:

 

Ciao sono Enzo,

 

sembrerà strano ma ci credo ancora, a patto che si vincano gli scontri diretti prossimi sia in casa che fuori quantomeno inserirsi nel gruppone salvezza e poi alla fine si vedrà; è ovvio che una parte determinante spetterà ancora una volta al pubblico (complimenti non bastano x la trasferta di Torino davvero encomiabili), che dovrà presenziare in massa il San Francesco e x far sì che ciò accada anche la società dovrà venire incontro alle esigenze dei tifosi (vogliamo quelli veri i polemici restino a casa sempre pronti a lamentarsi a priori) rivedendo semmai il prezzo dei biglietti e studiando in futuro qualche agevolazione x gli abbonati che comunque devono essere rispettati in quanto hanno sacrificato le loro tasche ad inizio anno x la propria amata Nocerina. Un solo grido “finchè morte non ci separi nella gioia e nel dolore” solo e sempre Nocerina..

 

Enzo A.

 

Non si puo’ sperare sempre che le altre non vincano. Il problema è che noi non ci arriviamo neanche lontanamente a conquistare la posta in palio,non cè proprio la mentalita’.,lo si è capito ancor di piu’ sabato scorso a TORINO che oltre la SOCIETA’ e qualche calciatore, neanche il tecnico è di categoria! Questo per il sottoscritto è chiaro gia’ da tempo,volevo solo rimarcarlo ancora a qualcuno che si ostina a dire il contario. Quindi a questo punto VORREI MA NON POSSO!

 

Costantino Z.

 

Cari amici,gia altre volte ho avuto modo di darvi le mie impressioni,impregnate di fede,speranza e trepidazione per i colori rossoneri,sottolineando anche,oltre le problematiche di natura tecnica e di mercato tardivo,l’enorme dose di sfortuna che dall’inizio del campionato ci perseguita, perchè,e penso siate d’accordo,la Nocerina non merita questa classifica avvilente non tanto per i punti,ma per il modo. Detto questo,sono convinto da una forza interiore che la Nocerina ce la farà. Però,e questo lo ribadisco,al di là di ogni qualsivoglia tattica,i giocatori devono cacciare fuori gli attributi,essere più cattivi in senso agonistico-sportivo, giocare insomma da MOLOSSI. A me sembra di non riconoscere più questa identità. Per cui rispondendo alla domanda se i tifosi credono o meno ancora nelle possibilità di salvezza,io rispondo,per Dio,che bisogna mangiare pure l’erba del terreno di gioco! Ma bisogna farcela,e se si gioca da veri molossi,allora si,la Nocerina si salverà. Forza ragazzi, tutto è ancora possibile.

 

Mimmo M.

 

La societa’ ha risposto all’appello di abbassare i prezzi , ora tocca a noi riempire lo stadio , e visto le previsioni del tempo, possiamo farlo gia’ da sabato, insieme dobbiamo trascinare i ragazzi alla vittoria, uella vittoria che invertirebbe la tendenza , ci darebbe la carica in vista dei prossimi 4 incontri alla ns portata, il gioco e’ ritornato cosi’ come la grinta, basta un poco di fortuna e sono convinto che ce la faremo. Sabato dobbiamo essere in diecimila in una bolgia con un solo grido: forza ragazzi !!!!!!!!!!! Co sang da l’uocchio.

 

Nino P.

 

Spett.le Redazione,

 

sono Rino e sono un tifosissimo della Nocerina (direi che parte del mio cuore e’ rossonero) ho 40 anni e ho vissuto 2 delle 3 promozioni in serie B della nostra beneamata squadra, ma la seconda promozione della storia della Nocerina la ricordo vagamente visto che ero appena un ragazzino, vi scrivo questo per porre l’attenzione sul fatto che questa promozione in serie B l’ho assaporata, gustata e goduta in tutte le sue salse, e penso che lo stesso discorso valga un po tutto il popolo rossonero visto che erano passati ormai 30 anni dalla precedente.

Ora ci ritroviamo a veder sfumare il sogno della serie B in poco piu’ di 6 mesi (non e’ possibile), dico 6 mesi perche’ bisogna partitre da giugno 2011, dal momento in cui e’ iniziata la campagna acquisti per affrontare la serie cadetta, e gia’ qui iniziano i duddi e le perplessita’, visto che in 3 mesi non e’ si e’ provveduto a rinforzare la squadra pur sapendo che la serie B non e’ la lega pro, e’ un campionato lungo con turni infrasettimanali e con piu’ di 40 partite, possibile che nessuno abbia saputo consigliare il nostro Presidente, fargli aprire gli occhi e suggerirgli di fare in modo che la squadra partisse senza l’handicap di giocatori inesperti per questo campionato e senza l’alcun minima esperienza alle spalle, una rosa di 20/22 giocatori ma che gia’ alle prime uscite stagionali si poteva contare solo su 14/15 elementi e tra l’altro non tutti all’altezza, a cio’ si aggiunga una campagna abbonamenti con prezzi da serie A, anche in questo caso avrei adoperato un’altra politica, cioe’ anziche’ sperare che il pubblico nocerino si abbonasse in massa e guadagnare piu’ del dovuto avrei messo prezzi popolari come segno di gratitudine per tutto quello che i tifosi hanno saputo dare nello scorso campionato con trasferte giocate praticamente in casa, ed invece si e’ pensato solo al portafoglio con la conseguenza di un numero di abbonati al di sotto dei numeri sperati (anche in questo caso i tifosi hanno ragionato bene, preferendo fare il biglietto per singola gare e non anticipare tutto all’inizio visto quelle premesse), io avrei praticato prezzi ragionevoli e riempito lo stadio con almeno 5000/7000 abbonati (e sono sicuro che questi numeri sono reali) e un pubblico caloroso che ogni partita avrebbe contribuito con la sua parte di calore a vincere o quantomeno a portare a casa qualche punto insperato.

Detto cio’ veniamo al campionato, un inizio balbettante ci ha messo di fronte alla realta’, quello che tutti noi avevamo preventivato era la pura e chiara realta’, con l’organico che aveva la Nocerina non si poteva andare avanti, ma ormai la frittata era stata fatta, bisognava fare quanti piu’ punti possibili in vista del mercato di gennaio 2012, e qui subentra Auteri che con il suo credo (Attaccare) prima che difendere ci siamo trovati in alcune gare con un pugno di mosche in mano, partite avanti di 2 gol e poi perse, questo per chiunque poteva servire da sprono per apportare qualche cambiamento con una maggior copertura in difesa, cambiando modulo o rinforzano il centrocampo, non sta a noi dare suggerimenti a chi di calcio ne mastica ogni giorno ma era sotto gli occhi di tutti, e qui ritorna il problema dei giocatori, se anche il mister avesse voluto apportare modifiche o cambiamenti non aveva i giocatori per farlo, quante volte si girava verso la panchina e vedeva sempre i soliti volti, e noi tutti dagli spalti a dire (ma che ci puo’ fare se il Presidente ed il Direttore non hanno comprato i calciatori).

Arriva il mercato autunnale e iniziano i primi arrivi (svincolati-non tesserati) gente che non vedeva il campo da 6 mesi e che anche con tutta la buona volonta’ non era in grado di scendere subito in campo e fare la differenza, con il rischio poi di infortunarsi come e poi successo in alcuni casi, altro tempo perso ed altri punti persi.A cio’ si aggiunga che la Nocerina era gia’ costretta a far fronte ad una classifica deficitaria e questa ha contribuito a far si che alcuni calciatori rifiutassero il trasferimento (non si e’ mai detto a chiare lettere ma la realta’ era questa).

Poi nel momento in cui bisognava compattare il gruppo(presidente-alllenatore-squadra) si pensato bene di allontare il Mister per una parentesi di 2 giornate con la conseguenza di creare solo confusione di moduli e 0 punti in classifica (nessun giudizio su Campilongo, che non ha potuto far altro che dimettersi), meno male che in questo caso si e’ fatto un mea culpa richiamando Auteri, il quale a detta di tutti (addetti e non) e’ l’unico che puo’ compiere il miracolo di inveritre la rotta, in quanto conosce la rosa , conosce pregi e difetti dei singoli, ma dicendo questo logica conseguenza sarebbe che anche lui avrebbe rivisto un attimo le sue tesi apportando correzioni in corso d’opera, ma purtroppo anche a Torino si sono rivisti gli stessi errori:squadra troppo offensiva con conseguente difesa lasciata in balia degli avversari (vedi 2° gol, 3 difensori contro 4 attaccanti, mentre i centrocampisti stentavano a recuperare, eravamo solo al primo tempo), in alcuni casi e’ meglio prima non prenderle che cercare di darle, alla fine ti ritrovi con anche qualche complimento perche’ la squadra ha giocato fino all’ultimo, ha attaccato con continuita’, la squadra non vale la classifica che ha in questo momento, tutte belle parole che pero’ non muovono la classifica, ed e’ per questo che io chiedo che la Nostra amata Nocerina per una volta VINCA non giocando bene, io sono sicuro che sarebbe una doppia goduria.

La classifica non ci arride, questo e’ palese, ma le altre squadre che ci precedeno non vanno a mille, facendo un calcolo con 3 vittorie di fila si puo’ uscire dalle sabbie mobili, non dimentichiamoci che ci sono altri 45 punti in palio, molti di questi sono scontri diretti, dopo il Cittadella c’e’ la sosta, li bisogna caricare le batterie, perche’ la matematica ci ha regalato l’ennesiva possibilita’ di rientrare nei giochi salvezza, credo che sia proprio l’ultima quindi Signori approfittiamo dell’occasione e rimettiamo in corsa alla faccia di tutti coloro che ci danno gia’ per spacciati, perche’ il vero Molosso non molla mai la presa fino a che anche la matematica ci condanni.

Non si puo’ lasciare la cadetteria senza almeno combattuto fino all’ultimo secondo, togliendoci qualche soddisfazione (vedi partita contro JUVESTABIA, dicono che ci stanno aspettando, bene noi gli faremo lo stesso regalo che loro ci hanno fatto quella sera del girone di andata) e se poi le cose dovessero girare per il verso giusto NOCERA tornera’ a cantare e che DIO ce la mandi buona, almeno epr una volta.

FORZA NOCERINA  sempre e comunque, TUTTI UNITI FINO ALLA FINE.

 

Rino   molossodoc

 

E tu cosa aspetti? Scrivici a redazione@forzanocerina.it e dì la tua sul momento della Nocerina, i commenti più belli ed interessanti saranno pubblicati sul sito e saranno argomento di discussione all’interno del forum.

 

redazione ForzaNocerina.it (foto ©2012 di Ciro Pisani)