29^giornata: big match a Pescara e Genova

29^giornata: big match a Pescara e Genova

Si apre con il sonoro 3-0 rifilato al Vicenza dal Varese la 29^ giornata del campionato di Serie B. I lombardi confermano il buon momento di forma, salgono a sette i risultati utili consecutivi, che portando l’undici di Maran al quinto posto, in attesa di conoscere il risultato del Padova di domani. Di Neto Kurtic e Cacciatore i goal partita. Inizio col botto per un turno di campionato molto interessante. Due big match, Pescara-Sassuolo e Sampdoria-Hellas Verona, e due derby, Empoli-Livorno e Nocerina-Juve Stabia. Partiamo dalla sfida dell’Adriatico. Si affrontano Due squadre che non stanno brillando nelle ultimissime giornate ma che sono comunque, rispettivamente, quarta, con una partita in meno, e seconda. Il Sassuolo arriva da due pareggi casalinghi conquistati con Varese e Ascoli, mentre il Pescara ha portato in classifica solo un punto nelle ultime due gare. Le motivazioni di certo non mancano, chi per un verso chi per l’altro hanno tutte le intenzioni di non lasciarsi scappare la ghiotta occasione di tirare un brutto scherzo ad una diretta concorrente per la promozione in A. Se non fosse per il pessimo campionato disputato fin qui  dalla Sampdoria si potrebbe dire lo stesso anche della gara col Verona. Invece quella del Marassi sarà una partita che vale molto per i veronesi e forse solo per l’orgoglio per i blucerchiati. Trasferta difficile in cui gli scaligeri dovranno tentare di non perdere contatto con il gruppo di testa. Il Torino capolista è ospite del Grosseto. I granata non vincono in trasferta dal primo novembre, e hanno conquistato quattro soli punti nelle ultime sette uscite fuori dall’Olimpico, ma sono comunque primi ed hanno intenzione di restarci. . La partita sulla carta non è proibitiva, i maremmani in casa non vincono da più di un mese e ormai hanno poco o niente da chiedere ancora a questo campionato. Empoli – Livorno, sarebbe dovuto essere, nelle intenzioni di inizio campionato derby d’alta classifica e invece ci arrivano due squadre con l’acqua alla gola e con impellente bisogno di punti per evitare di venire ulteriormente risucchiate dalle sabbie mobili della bassa classifica. Favorito il Livorno ma occhio agli uomini di Aglietti che sembrano in ripresa dopo il mercato invernale.

La Reggina torna al Granillo con il morale a mille dopo la strepitosa vittoria di Pescara. I calabresi attualmente settimi, a sole due lunghezze dall’ultima posizione utile per i play-off hanno l’obbligo di crederci. Non sarà semplice però avere ragione dell’Ascoli,  che dopo l’incredibile vittoria nel recupero contro il Sassuolo,  continua a coltivare il sogno di una miracolosa salvezza. Al San Nicola, invece è atteso un Crotone in crisi di risultati che non vince da nove giornate. Non se la passano meglio i pugliesi che in casa, nonostante i 39 punti, ha vinto solo tre volte in tutto il campionato.  La zona play off è però ancora alla portata eventuali sogni di gloria passano da una vittoria contro i calabresi che però,  col fiato sul collo delle dirette inseguitrici, sono avversario piuttosto scomodo.  

In Emilia il ritorno di Bergodi fa sperare all’ambiente gialloblu anche un ritorno alla vittoria, che manca dal 21 gennaio contro il Bari. Un’astinenza che ha portato il Modena a ridosso della zona play out. La gara contro il Cittadella è di quelle abbordabili, l’undici di Foscarini sta disputando un bellissimo campionato in casa come in trasferta, ma a salvezza ormai quasi acquisita è probabile che qualcosa lo conceda ai canarini. Gli emiliani sapranno approfittarne?

Padova – Albinoleffe, è il classico testa coda in cui chi sta meglio, il Padova, ha tutto da perdere. I veneti hanno commesso due mezzi passi falsi nelle ultime due partite casalinghe, condizione che ora li costringe a non sbagliare più nulla per non ritrovarsi risucchiati dal gruppetto delle settime. Di fronte ha un Albinoleffe in piena crisi, di risultati ma non di gioco. Non vince da 12 turni e si trova in zona play out, anche se nelle ultime due partite ha conquistato due preziosissimi pareggi.

Gubbio – Brescia è il posticipo del lunedì. Per gli umbri, dopo il vitale 2-0 raccolto sabato contro il Modena nel recupero della 26^ giornata di serie B, si avvicina un’altra tappa fondamentale nella corsa all’obiettivo salvezza. Di fronte si troveranno però il lanciatissimo Brescia di Alessandro Calori. Reduce dalla vittoria nel recupero di domenica contro il Torino, risorto da quando sulla panchina siede l’ex giocatore dell’Udinese: con Calori, infatti, le rondinelle non hanno mai perso ottenendo la bellezza di sette vittorie e due pareggi. Una vera e propria metamorfosi che ha portato il club biancoazzurro dai margini della zona retrocessione a ridosso di quella playoff. Gara difficile ma non proibitiva per l’undici di Simoni che contro le grandi si è sempre esaltato.

Chiusura dedicata al derby tra Juve Stabia e Nocerina. Di fronte due squadre con rendimenti diversi: i rossoneri sono ultimi in classifica e non vincono addirittura da 16 turni. Le vespe in casa sono quasi irresistibili e hanno conquistato 27 punti dei 36 totali. Il divario in classifica è abissale, il pronostico pende sensibilmente dalla parte dei padroni di casa ma si sa che i pronostici sono fatti anche per essere sovvertiti e chissà che la Nocerina non tiri fuori la prova d’orgoglio che tutti, a partire dai tanti tifosi che seguiranno l’undici di Auteri anche nella vicina Castellammare, si aspettano.


Arturo De Filippis, ForzaNocerina.it (foto ©2012 di Ciro Pisani)