Mandorlini: “approccio negativo”

Mandorlini: “approccio negativo”

“Si respira un’aria non bella;” parole di Mandorlini che al termine della conferenza stampa non si farà mancare un alterco con un giornalista locale, concluso con parole amare indirizzate ai giornalisti nocerini: “ridete adesso, poi riderò io quando retrocederete.” Parole dettate probabilmente dall’amarezza per una sconfitta pesante contro l’ultima della classe: “ci aspettavamo un inizio forte della Nocerina,” aveva precisato prima il tecnico veronese, “alla prima occasione hanno fatto gol; abbiamo reagito bene, potevamo recuperarla dopo il gol, visto che c’era tutto il secondo tempo, ma l’approccio è stato negativo e l’abbiamo pagato.”
Il tecnico scaligero non aveva invece commentato l’episodio del penalty né l’assenza di Maietta: “non giudico l’episodio del rigore,” aveva precisato ancora Mandorlini, “non è facile per nessuno su questo campo e la Nocerina è squadra che se è in giornata ti mette in difficoltà e la sua classifica è bugiarda; sembra riduttivo appellarci all’assenza di Maietta, è stato l’approccio negativo a penalizzarci.” Il tecnico scaligero era tornato anche sull’episodio del “Ti amo Terrone” che aveva scatenato l’ira dell’intero meridione: “ho sbagliato a cantare quella canzone,” aveva dichiarato Mandorlini, “ho un mare di amici al sud; è stato un momento ed è finita li: non posso tornare indietro e subirò quello che devo subire.”


Filippo Attianese, ForzaNocerina.it