Mingazzini: ”ora abbiamo le pontenzialità per giocarcela con chiunque”

Mingazzini: ''ora abbiamo le pontenzialità per giocarcela con chiunque''

Spesso tenuto fuori per scelta tecnica o per precaria condizione fisica Nicola Mingazzini nella sfida di sabato contro il Gubbio ha finalmente mostrato il suo valore e ha dato a tutti la consapevolezza di poter aiutare questa Nocerina a raggiungere la tanto sospirata salvezza. Nonostante gli elogi ricevuti il centrocampista non si ritiene a pieno soddisfatto della sua prestazione:” Ho giocato una partita sufficiente sabato – debutta l’ex Albinoleffe in conferenza stampa a margine dell’allenamento odierno – sono molto critico nei miei confronti e per questo credo di aver disputato una buona gara in fase difensiva, ma non altrettanto in fase offensiva. Spero già da sabato prossimo di poter dare un contributo maggiore anche in attacco, con qualche tiro dalla lunga distanza. Sono soddisfatto della mia condizione fisica. Non stavo così bene da diverso tempo”. Una prestazione che ha soddisfatto anche il tecnico Gaetano Auteri che sabato ha pubblicamente elogiato il mediano ex Bologna: ” Non sapevo delle parole del mister – commenta Mingazzini – fanno sicuramente piacere. Abbiamo avuto qualche incomprensione all’inizio perché abbiamo due caratteri forti, ma con il passare del tempo ci siamo conosciuti meglio e anche qualche piccolo dissidio si è appianato. Io non ho mai criticato nessuna sua scelta tecnica, anche se mi sarei aspettato di giocare qualche partita in più. Rispetto le sue scelte, essere un gruppo solido significa anche questo”. La vittoria di sabato ha ridato speranza e convinzione a tutto l’ambiente e ha caricato a mille anche la squadra:” I tre punti conquistati sabato sono importanti perché ci hanno dato la consapevolezza che siamo sulla strada giusta – prosegue Mingazzini – dopo la sosta qualcosa è cambiato nelle nostre teste. Siamo compatti e abbiamo unità d’intenti. Sono convinto, comunque, che la partita della svolta sia stata quella di Castellammare, dove ci siamo resi conto che abbiamo ancora molto da dare e possiamo giocarcela con tutti”.Il nuovo modulo varato da Auteri garantisce maggiore copertura ed equilibrio, nonostante la presenza contemporanea di quattro attaccanti. Il nuovo assetto di gioco è adatto anche alle caratteristiche di Mingazzini:” Il 3-4-3 è un modulo molto dispendioso per i due mediani. Il nuovo sistema di gioco esalta le mie caratteristiche perché mi permette di aiutare i difensori sia in fase di rottura che di impostazione di gioco. Credo che sia importante anche l’aiuto in fase difensiva che danno i quattro attaccanti”. La partita di Modena sarà fondamentale perché un risultato positivo permetterebbe ai molossi di proseguire sulla strada giusta.” A Modena dobbiamo andare a giocare con la stessa cattiveria che abbiamo avuto sabato e, magari, con maggiore qualità nel gioco- conclude il calciatore rossonero – Siamo diventati una squadra che ha tutte le caratteristiche per lottare per la salvezza e dobbiamo continuare su questa strada, anche contro una squadra come il Modena che è stata rinfrancata dal cambio di allenatore”. Tutti si chiedono contro quale rivale debba correre la Nocerina per sperare nella salvezza. Mingazzini taglia corto:” Dobbiamo correre contro noi stessi perché abbiamo tutte le potenzialità per giocarcela su tutti i campi”. 


Valerio D’Amico, ForzaNocerina.it (foto ©2012 di Ciro Pisani)