Nocerina, preoccupa Barusso

Nocerina, preoccupa Barusso

Seduta pomeridiana al Leo di Siano per la Nocerina di Gaetano Auteri, tornata in campo dopo l’allenamento mattutino: notizie positive per Figliomeni, uscito malconcio dalla trasferta di Castellammare; il calciatore non si è allenato col gruppo a scopo precauzionale ma la caviglia sta meglio e dovrebbe recuperare per la sfida contro il Gubbio. Una sfida alla quale proverà a non mancare Barusso: il centrocampista ghanese, autore di una buona prestazione al Menti, ha accusato un fastidio al flessore ed è stato sottoposto a specifiche analisi mediche; il problema, comunque, sembrerebbe di lieve entità e non dovrebbe pregiudicare la sua presenza contro l’undici di Gigi Simoni.
Mancavano anche Del Prete, Giuliatto e Nitride, impegnati al San Francesco col professor Cestaro; ancora presente il presidente Citarella, a bordo campo con il direttore sportivo Pitino. Auteri ha diviso i suoi in due squadre, entrambe in campo in dieci con il 4-2-3: da un lato, in giallo, il tecnico rossonero ha schierato Russo, Nigro, De Franco, Di Maio, Bolzan, Suarino, Parola, Catania, Castaldo e Farias; in blu Aldegani, Laverone, Rea, Pomante, Alcibiade, Mingazzini, Bruno, Merino, Pagano e Negro. Episodi curiosi ad animare l’allenamento: prima la perdita dell’orecchino di Farias che in uno scontro di gioco con Nigro ha smarrito sul prato del Leo il prezioso monile; vani i tentativi di ritrovarlo. Poi la presenza sugli spalti del tifoso Carmine Cuomo, alias “il ciacione”, che con le sue battute ed i suoi immancabili “fuoco” ha contribuito a rendere meno pesante la seconda seduta d’allenamento di giornata.


Filippo Attianese, ForzaNocerina.it