Nocerina-Gubbio nel segno di Enzo Salzano

Nocerina-Gubbio nel segno di Enzo Salzano

Non ti sono mai piaciute le cose facili, è evidente dal fatto che decidesti di tifare solo ed esclusivamente Nocerina sin da piccolo tralasciando le luci dorate delle squadre di serie A preferite dai tanti ragazzini nell’età in cui ti avvicinasti al tifo, quello a 360 gradi. Te ne sei andato forse in uno dei momenti più bassi della storia rossonera, con la Nocerina che perdeva in quel di Venafro contro l’ultima in classifica una sciagurata partita. Da li in poi le sorti della tua squadra del cuore sono decisamente cambiate. Quella stagione ci fu il ripescaggio in seconda divisione dopo una tribolata stagione, subito salgono alla mente le scene della partita con il Gavorrano, la Nocerina doveva vincere con tre gol di scarto per passare il turno e  ad un certo punto la Nocerina un sotto di un gol. Alla fine la partita finì per 4 reti ad 1 con uno strano gol di Tiscione, quello del 3a1 che prese una strana traiettoria e si infilò alle spalle del portiere ospite. L’anno successivo in seconda divisione un’altra sciagurata stagione, un anno dopo Venafro si giocava Nocerina-Gubbio e Iannini riuscì a segnare il gol della vittoria al minuto 92 e all’ultima giornata l’insperata salvezza diretta con una serie di risultati che si incasellarono e resero possibile quello che oramai era improbabile. Dalla possibile retrocessione alla prima divisione, e che prima divisione. Proprio come sarebbe piaciuta a te, sempre al primo posto dominando su tutti i campi. Fino ad arrivare ad oggi. Sempre Nocerina-Gubbio e sempre nel periodo più triste dell’anno per chi ti conosceva bene. Questa volta Merino al minuto 93 e comunque mai nulla di facile. Sinceramente non so se questa vittoria sia quella della tanto agognata svolta, hai solo avuto modo di renderti conto quanto sei ancora importante per noi, per la gente che c’era in chiesa l’altro giorno, per come sei ricordato in ogni partita da chi ha calcato le gradinate dei vari stadi d’Italia con te. La tua gigantografia questo pomeriggio era davvero qualcosa di spettacolare e non ha fatto altro che ricordare quello che noi già tutti sappiamo. Sei sempre insieme a noi, sempre insieme a chi ama questi colori. Come già detto non è semplice tifare Nocerina, non lo è mai stato come non è stata semplice questa vittoria e da lassù, lo so un po’ c’hai goduto a farci stare sulle spine fino al 93° o forse l’hai fatto per sentire l’urlo liberatorio del gol ancora più forte, come piaceva a te. Su una cosa non ho dubbi, ovunque sarà la Nocerina, qualsiasi vicissitudine vivranno questi colori da te tanto amati e portati in giro per tutta Italia, Vincenzo sarai sempre insieme a noi!!!

 

Carmine Apicella, ForzaNocerina.it (foto ©2012 di Ciro Pisani)