Sampdoria-Nocerina, Iachini: “I conti li facciamo alla fine”

Sampdoria-Nocerina, Iachini: “I conti li facciamo alla fine”

Bogliasco. Una settimana tranquilla, così è apparsa quella blucerchiata dalla vittoria contro il Cittadella fino a oggi, vigilia della partita contro la Nocerina. Se Iachini appariva tranquillo nella burrasca, lo si immagini ora … come si direbbe nei caruggi: “u nun se mescia mancu”. Infortuni, squalifiche, lo spauracchi Nocerina che a Salerno fu in grado di rifilare quattro reti alla sgangherata banda di Luca Atzori.

Un Iachini che non fa proclami, che non concede titoli. Si parta dunque da quella nefasta trasferta: “Non mi piace neanche commentarla più di tanto, sicuramente non è stata una giornata fortunata, fu un risultato pesante, però in un campionato lungo e difficile come quello di serie B magari ci sono giornate che vanno peggio, con te a cui non riesce nulla e agli altri tutti – ha detto Beppe Iachini – domani dobbiamo e dare di più, concentrarci solo sulle partita di domani”.

Iachini ha subito richiamato le caratteristiche della Sampdoria costruita dal mercato di gennaio in poi: “Dobbiamo fare una grande prestazione sul piano del gioco e dell’intensità, noi abbiamo buoni valori, rapidità, dobbiamo essere concentrati sull’obiettivo: questa è un partita importante come lo sono tutte da qui alla fine”.

Domani sarà essenziale ritrovare gli alti ritmi che la Sampdoria ha imposta all’Ascoli, cercando stavolta però di riuscire a sbloccare la partita con qualche giocata individuale: “Sul piano tecnico possono cambiare spazi e atteggiamenti degli avversari, sbloccare subito la partita sarebbe importante, potresti portare gli avversari ad avere meno attenzione dietro”.

Eppure concentrazione, audacia e ritmi alti furono presenti anche contra l’Ascoli.

“Noi con l’Ascoli volevamo vincere, come sempre da gennaio da quando siamo ripartiti e abbiamo ringiovanito la squadra, questo atteggiamento ormai appartiene alla Sampdoria. Noi vogliamo sempre vincere, con l’Ascoli comunque abbiamo fatto tanto, e anche domani da 1′ al 90′ non dobbiamo accontentarci. Alla fine faremo i conti”.

Un’ultima e fondamentale osservazione va sugli squalificati e soprattutto sugli infortuni eccellenti, come quello di Nicola Pozzi.

“Queste ultime settimane sono state particolari, qualche defezione per infortunio come quella per la squalifica, ma io ho massima fiducia nel gruppo, entra uno esce un altro, io mi aspetto sempre il 200%, perché le partite possono essere decise nei minuti iniziali come quelli finali. Certo che mi piacerebbe sempre avere tutti a disposizione, ma stiamo lavorando per recuperare tutti … Nicola Pozzi ha aumentato l’intensità dell’allenamento, oggi proverà ancora e poi decideremo assieme al giocatore e allo staff medico. Abbiamo recuperato anche altri, qualcuno è rientrato, stiamo recuperando cercando di recuperare”.

L’idea è che la tranquillità, anche rispetto alla possibile assenza del cannoniere blucerchiato, sia dovuta pure a quella pertica che domenica in Veneto si è sbloccata e che il sanguigno Beppe Iachini spera non si fermi. Insomma indipendentemente dalle condizioni di Nicola Pozzi l’idea è che l’attacco sarà affidato a Graziano Pellè.

La partita sarà diretta dal fiorentino Leonardo Baracani.

 

fonte: www.genova24.it