Breda: “partita perfetta”

Breda: “partita perfetta”

NOCERA INFERIORE – Ritorno col botto per Breda sulla panchina della Reggina; gli amaranto espugnano il San Francesco ed il tecnico non nasconde la sua soddisfazione per il successo che rilancia le ambizioni play-off della formazione dello stretto: “abbiamo fatto la partita che dovevamo fare,” spiega l’allenatore calabrese in conferenza stampa, “sapevamo che sarebbe stato difficile perché la Nocerina veniva da una buona serie di risultati ed abbiamo avuto un approccio un po’ timoroso; col passare dei minuti, però, ci siamo sciolti e siamo ripartiti bene; abbiamo concesso molto poco ad una squadra che invece di solito crea molto.” Decisivi sono stati gli innesti dalla panchina di Ceravolo e Melara: “so che Ceravolo quando entra a partita in corso è devastante,” prosegue Breda, “Melara ha qualità importantissime e deve ritrovare la fiducia nei suoi mezzi; ha subito più di altri il momento poco positivo della squadra; ho un gruppo che mi permette di compiere delle scelte.”
Insomma il successo in terra campana spinge nuovamente la Reggina nelle zone alte della classifica: “abbiamo una partita in meno e siamo ancora in corsa per accedere ai play-off,” conferma l’allenatore amaranto, “le squadre coinvolte sono tante ma nel calcio può accadere di tutto e noi abbiamo dimostrato di crederci; bisogna guardare partita per partita e vedere dove riusciremo ad arrivare alla fine.” Breda commenta anche l’episodio di Pomante che ha spaventato il San Francesco: “quando Pomante si è accasciato al suolo c’è stata un po’ di paura, per fortuna tutto è andato per il meglio a quanto ho saputo;” infine un commento su qualche insulto di troppo piovuto dalla tribuna del San Francesco: “un po’ di campanilismo ci può stare dopo i miei trascorsi con la maglia della Salernitana.”


Filippo Attianese, ForzaNocerina.it