Bruno: “sfruttiamo il momento positivo”

Bruno: “sfruttiamo il momento positivo”

È un buon momento quello attraversato dal capitano rossonero Alessandro Bruno; dopo il periodo buio dell’era Campilongo il centrocampista rossonero ha ritrovato lo smalto della passata stagione, risultando sempre tra i migliori nelle ultime uscite: “personalmente sto facendo bene ma quel conta è il gruppo,” ha dichiarato in conferenza stampa il regista molosso nel pomeriggio, “ci stiamo riprendendo rispetto a qualche tempo fa ma ora dobbiamo trovare continuità; è importante fare punti e sarebbe importante fare un colpo anche fuori casa, magari già contro il Grosseto per sfruttare questo momento positivo che stiamo attraversando.” A Grosseto mancherà Parola per squalifica: “in questo momento non bisogna guardare troppo a queste cose,” ha proseguito Bruno “dobbiamo giocare ogni partita al massimo per cui l’ammonizione può arrivare e non bisogna preoccuparsi delle squalifiche; per ora non abbiamo fatto tabelle salvezza, l’obiettivo è quello di andare in campo in ogni partita e di dare il massimo.”
In due stagioni in rossonero il centrocampista di origini beneventane non è ancora riuscito ad andare in gol; contro l’Empoli, però, Bruno il gol l’ha sfiorato: “non nascondo che mi avrebbe fatto piacere segnare,” ha commentato sull’episodio il mediano rossonero, “tutti quelli della vecchia guardia sono riusciti a mettere la loro firma in qualche partita, a me non è capitato ancora: spero di poterlo fare prima della fine del campionato.” Sono cambiati i partner, partita dopo partita, ma il punto di riferimento del centrocampo è rimasto lui: “mi trovo bene con tutti i miei compagni,” ha concluso Bruno, “forse Barusso è quello più diverso da me perché ha caratteristiche da incontrista mentre sia Mingazzini che Parola sono più portati alla costruzione; ma nel calcio moderno i centrocampisti devono essere in grado di fare entrambe le fasi.”

Filippo Attianese, ForzaNocerina.it