BWIN, 37^giornata: Toro fuga per la vittoria, il Padova in cerca di riscatto

BWIN, 37^giornata: Toro fuga per la vittoria, il Padova in cerca di riscatto

Un campionato quello di B che non conosce soste, due giornate tutto d’un fiato che si giocheranno tra il 27 aprile e il 1 maggio e tanti verdetti ancora da emettere. La 37^, inizierà domani con gli anticipi tra Brescia e Sassuolo alle ore 19.00, e Verona – Empoli delle ore 21.00. Partendo per ordine di fischio d’inizio, al Rigamonti di Brescia si sfideranno due squadre che devono immediatamente lasciarsi alle spalle le sconfitte rimediate nell’ultimo turno, rispettivamente contro Ascoli e Gubbio. La cura Calori sembra aver terminato i suoi effetti. Nelle ultime giornate le rondinelle hanno racimolato troppo poco, rispetto a quanto di buono avevano fatto nei precedenti dodici match. Il divario in classifica è aumentato e la Samp ha messo la freccia ed effettuato il sorpasso. Vietato sbagliare quindi, per non vedere coletamente compromessa la cavalcata play off. Facile a dirsi, difficile a farsi. Il Sassuolo è cliente scomodo e, dopo l’inaspettata sconfitta casalinga contro il Gubbio, l’undici di Pea non avrà nessuna intenzione di perdere per strada altri punti importanti. Il Torino sta scappando via, così come il Verona e il Pescara che precedono in classifica. Altro match delicato è sicuramente quello del Bentegodi tra Verona ed Empoli. Gli scaligeri proprio tra le mura amiche hanno costruito le proprie fortune e non hanno nessuna intenzione di mollare il secondo posto in classifica. L’Empoli col fiato sul collo di Nocerina, Vicenza e Gubbio pronti a mettergli il bastone tra le ruote, proverà a rendere la vita difficile all’undici di Mandorlini e il finale di campionato meno amaro ai suoi tifosi.

Al sabato le altre gare di giornata. Partiamo dalla parte bassa della classifica che è quella che interessa più da vicino i molossi. Ascoli e Livorno entrambe appaiata a quota 38 è gara da dentro o fuori per entrambe. Ci arrivano meglio i bianconeri tra i più in forma delle squadre impegnate nella lotta per non retrocedere. Il Livorno deve subito scrollarsi di dosso la sconfitta contro il Cittadella se vuole restare in corsa.

Allo Scida, il Crotone ormai salvo, ospita la capolista Torino, che dopo aver recuperato e vinto il match contro la Reggina, sospeso a causa delle avverse condizioni meteo, ha aumentato il divario sulle le inseguitrice a ben 4 punti. Una vittoria, molto probabile considerato che i pitagorici ormai non hanno niente più da chiedere al torneo, potrebbe, a cinque giornate dal termine, consentire davvero ai granata l’allungo decisivo.

Il Cittadella dovrà vedersela col Varese, che dopo la rocambolesca sconfitta rimediata col Grosseto nell’ultimo turno, è chiamato ad un’immediata reazione d’orgoglio per non veder compromesso il quarto posto utile per i Play Off. La stessa reazione che ci si aspetta dal Padova di Dal Canto che contro il Grosseto è chiamato a cancellare in un colpo solo l’umiliante 6-0 subito dal Pescara sette giorni fa e i mugugni di una piazza che si aspettava dai bianco scudati ben altro campionato.

Gubbio – Pescara, è il più classico dei testa coda tra due squadre rinsavite dopo le ultime non brillanti prestazioni. Gli uomini di Zeman reduci dal 6 a 0 di Padova, ed il Gubbio dal 0 a 2 di Sassuolo, certamente daranno vita ad una partita senza esclusioni di colpi. Promozione da un lato, salvezza dall’altro le motivazioni di certo non mancano alle due contendenti.

Modena – Juve Stabia, è gara importante soprattutto per le vespe che nelle ultime tre giornate hanno recuperato tanti punti alle squadre che lottano per i play off. Il morale, così come la condizione fisica è alle stelle. Con 52 punti in classifica è più che lecito sperare.

Al Granillo la Reggina reduce dal recupero della gara col Torino,  ospita un Albinoleffe in caduta libera e tra le più serie candidate alla retrocessione.  Lo 0-4 rifilato alla Nocerina aveva riacceso le speranze play off dei calabresi subito poi sopite. Troppo legati ai risultati delle altre è difficile che gli uomini di Breda riescano a dare un senso a questo campionato. È giusto però crederci fino alla fine del resto quello di B è un campionato strano e tutto è ancora in divenire.

Stesso discorso per la Samp che al Marassi ospita il Bari e ha tutta l’intenzione di confermare il buon momento di forma, i blucerchiati sono tra la ristretta cerchia di squadre che hanno ottenuto più punti in questo gironi di ritorno. Col Bari ormai già in vacanza, l’impresa non sembra delle più ardue. I play off restano obiettivo ampiamente perseguibile per l’undici di Iachini.

Secondo, e probabilmente ultimo, match point  invece per la Nocerina che a Vicenza si gioca le sue ultime carte. Al Menti occorrerà una squadra diversa da quella vista all’opera contro la Reggina, bisognerà soprattutto uscirne con punti pesanti in saccoccia. Non c’è altra strada percorribile al momento, salvo stravolgimenti postumi delle graduatorie dovuti al filone calcio scommesse,  per tenersi stretta quella serie B conquistata appena un anno fa.

 

Arturo De Filippis, ForzaNocerina.it