BWIN. In vetta perdono tutte, ossigeno per Modena e Crotone

BWIN. In vetta perdono tutte, ossigeno per Modena e Crotone

Una trentatreesima giornata all’insegna delle sorprese. Dopo la vittoria nella giornata di venerdi del Verona che ha sconfitto al Bentegodi il Cittadella, le altre di testa non sono riuscite a portare a casa il bottino pieno. Bene il Bari con il Pescara e l’Empoli con il Torino, il Sassuolo non va oltre il pari con il Grosseto. In zona play off vince solo la Samp. Per Varese e Padova una giornata amara con 0 punti all’attivo. Il Modena e il Crotone sembrano uscite dalla bagarre per i play out. Boccata d’ossigeno per il Vicenza.

 

Albinoleffe – Vicenza 0-1 ( Paolucci )

Una gara che prima di iniziare sembrava già fondamentale. Crisi nera per le due formazioni in questo 2012. Il tabellino per entrambe segnava l’assenza dei tre punti da 15 giornate per gli orobici e da 13 per il Vicenza. Una partita giocata sulla fase difensiva da entrambe le compagini, che hanno pensato poco ad attaccare durante la gara. A 2 min dalla fine, però, Paolucci ha regalato tre punti d’oro al Vicenza e inguaiato l’Albinoleffe.

 

Empoli – Torino 1-0 ( Maccarone )

L’Empoli dell’ultimo periodo si conferma ancora una volta squadra tosta e cinica. Finisce 1 a 0 la partita del Castellani, che si dimostra ancor di più campo stregato per il Toro. Parte subito forte il Torino, che in più occasioni ha tentato di portarsi in vantaggio con Bianchi e Antenucci. Il vantaggio, però, lo trova l’Empoli con Maccarone. Pregevole conclusione dalla distanza che si insacca alle spalle di Benussi. Partita storta per il Toro che prova in molti frangenti a reagire ma trova una forte opposizione da parte della retroguardia empolese. Ancora primato per Ventura e i suoi che restano a +3 dalle coppia Verona e Sassuolo.

 

Grosseto – Sassuolo 2-2 (Marchi, Boakye; Sforzini, Sforzini )

Una partita avvincente quella di Gosseto, dove entrambe le squadre hanno provato a vincere. Passa prima il Sassuolo con Marchi, rete molto contestata dai maremmani. Al 52′ Marzoratti colpisce la palla di mano quasi sulla linea di porta e il direttore di gara concede il penalty e ammonisce il calciatore, decisione molto discussa anche questa. Pareggia Sforzini. Appena entrato in campo Boakye regala il nuovo vantaggio ai suoi. È Sforzini a fine gara con un pregevole tiro da fuori ad insaccare la palla del 2 a 2 finale.

Gubbio – Livorno 1-2 ( Nwankwo; Belinghieri, Bernacci )

Seconda gara e seconda sconfitta per Alessandrini sulla panchina del Gubbio. Bastano venti minuti al Livorno per sbloccare la gara. Ci pensa Belinghieri su calcio di punizione. Gli egubini affrontano una parte di gara in 10 per l’espulsione di Buchel. All’87° un coriaceo Nwankwo riesce a trovare il pareggio, ma il Livorno non molla e con Bernacci a fine gara trova tre punti importanti.

Juve Stabia – Varese 2-0 ( Scozzarella, Sau )

Una Juve Stabia che non vinceva addirittura da otto gare trova un successo che la porta ad ampie falcate verso la salvezza. Perde un’occasione importante il Varese che resta agganciato al treno play off. La rete del vantaggio gialloblù porta la firma di Scozzarella, con un gran tiro da fuori, nei minuti di recupero della prima frazione. Nella ripresa il raddoppio porta la firma di Sau con un gran pallonetto.

 

Modena – Ascoli 2-0 ( Greco, Ardemagni )

La cura del Bergodi bis ha funzionato benissimo per il Modena che con questo successo sembra allontanarsi definitivamente dalle acque torbide de fondo. L’Ascoli nono stante la sconfitta rimane il zona play out. A decidere l’incontro sono Greco su calcio di rigore ed Ardemagni su assist del solito Di Gennaro.

 

Padova – Crotone 1-2 ( Cutolo; Florenzi, Florenzi )

Una vittoria che ha quasi il sapore di salvezza quella del Crotone a Padova. La squadra di Dal Canto ancora una volta dopo gli ottimi risultati si lascia sfuggire una buona occasione per allungare viste le sconfitte altrui. Mattatore dell’incontro il talento scuola Roma Florenzi che porta i calabresi in vantaggio al 14° e raddoppia al 21°. Per il Padova accorcia le distanze Aniello Cutolo con una pregevole azione personale.

 

Pescara – Bari 1-2 ( Immobile; Scavone, Bellomo )

Una partita iniziata con il ricordo di Franco Mancini, preparatore dei portieri per i delfini ed ex bandiera del Bari. Passa in vantaggio il Pescara con Immobile che dedica il goal allo scomparso Mancini. Pareggia al 20′ Scavone dopo una respinta corta di Anania. Nella ripresa una rete capolavoro di Bellomo da metà campo chiude l’incontro. Il Pescara ha provato a reagire in più di un occasione ma l’imprecisione di Insigne e Sansovini hanno negato il pareggio.

 

Sampdoria – Nocerina 2-0 ( Pellè, Pellè )

La Samp continua la propria rincorsa verso i play off e grazie alle sconfitte altrui si trova ad un solo punto dal poter centrare il traguardo minimo per una stagione altrimenti fallimentare. La Nocerina doveva confermare quanto di buono fatto vedere nelle ultime uscite casalinghe, ma qualche errore sotto porta condiziona la partita contro una Sampdoria sembrata a tratti troppo superiore. È Pellè a decidere il match con una doppietta.

 

Verona – Cittadella 3-2 ( Tachtsidis, Gomez, Gomez; aut. Abbate, Di Nardo )

Conferma ancora una volta la propria forza tra le mura amiche il Verona che in casa sta costruendo le sue fortune. Dopo svariati tentativi respinti da Cordaz, il Verona passa in vantaggio con Tachtsidis. Il raddoppio porta la firma di Gomez che con un sinistro a giro da fuori batte Cordaz. Ancora Gomez poi per il 3 a 0. A fine gara si sveglia il Cittadella che accorcia con un autogoal di Abbate e la rete allo scadere di Di Nardo.

 

Reggina – Brescia lunedì alle 20.45

Il match clou della giornata si giocherà lunedì sera al Granillo. Una partita che farà capire quali sono i reali obiettivi delle due formazioni. 

 

Angelo Guadagno, ForzaNocerina.it