BWIN. L’anticipo tra fra Padova e Pescara il big match della 36^giornata

BWIN. L'anticipo tra fra Padova e Pescara il big match della 36^giornata

Difficile parlare di calcio giocato ad appena una settimana dalla tragica scomparsa di Mario Morosini, ma come cantava qualcuno “The show must go on” e il campionato si serie Bwin è pronto a ripartire dopo i tragici fatti di Pescara. Va in scena la 36^giornata, tra le partite più interessanti certamente spicca l’anticipo dell’ “Euganeo” tra Padova e Pescara di venerdì. Entrambe le squadre ancora  in lotta per raggiungere l’obiettivo serie A, vivono però un momento non proprio felice e brillante dal punto di vista dei risultati nell’ultimo periodo. A stare peggio tra le due è certamente il Pescara di Zeman, che reduce da tre sconfitte consecutive sta sciupando quanto di buono costruito. Un momentaccio per i biancazzurri, che nel giro di due settimane hanno dovuto dire addio al preparatore dei portieri Franco Mancini e si sono ritrovati loro malgrado protagonisti della morte di Mario Morosini. E così ci si affida anche alla cabala per risalire la china. Fanno ben sperare le due vittorie su due con Giacomelli direttore di gara, si spera nel tris per lasciarsi alle spalle il momento no.

Sassuolo – Gubbio, è gara da dentro o fuori per gli uomini di Apolloni soprattutto dopo aver perso la grandissima occasione di recuperare punti e morale nella sfida salvezza con il Vicenza. L’impresa sarà certamente ardua per innumerevoli fattori, quali un turno in più di riposo nelle gambe degli uomini di Pea e la voglia matta dei nero-verdi di arrivare almeno secondi ottenendo quindi il pass diretto per la serie A.

Come il Gubbio anche l’Albinoleffe si gioca contro la Juve Stabia le residue speranze di salvezza. La vittoria non arriva da molto, forse troppo tempo per credere che qualcosa cambi, l’impressione è che la spugna è stata già gettata da tempo e le voci che si rincorrono in tema di calcio scommesse di certo non stanno aiutando. L’avversario di domani è di quelli ostici, una Juve Stabia agguerrita e silenziosa che nonostante le smentite di facciata e le continue ramanzine ai suoi dell’esperto Braglia, nei play off ci crede e come.

Non può concedersi altri passi falsi nemmeno l’Empoli che a 35 punti in classifica può considerarsi tutt’altro che tranquillo. Attenzione quindi  al Modena che di sicuro non è in vena di regali di fine stagione.

Al Del Duca  l’Ascoli, la più in forma tra le pericolanti insieme alla Nocerina, ospita il Brescia, che dopo aver perso lo scontro diretto per i play off sabato scorso contro la Samp, non ha altro risultato che la vittoria contro i bianconeri. Tre punti che però servono come il pane anche allo stesso Ascoli. Si preannuncia una gara ricca di colpi di scena.

Non può dormire sonni tranquilli nemmeno il Vicenza, che ha si risucchiato un punto nello scorso salvezza al Gubbio, ma è la squadra che appare in maggiore difficoltà tra quelle che lottano per non retrocedere. I biancorossi sono ancora padroni del proprio destino, ma la Nocerina è ormai a due punti soltanto e occorre darsi una mossa. Sarà però difficile avere ragione di una Samp che nel girone di ritorno ha conquistato più punti di tutti.

Al San Nicola il Toro è pronto a staccare il pass per la promozione diretta in A. Impegno sulla carta semplice, ma occhio al Bari che ormai ha poco o niente da chiedere a questo torneo. Proprio per questo motivo Ventura, da nocchiero navigato qual è, sa bene che non sarà semplice avere ragione dei pugliesi. Ecco perché alla vigilia il tecnico ha invitato più volte i suoi a mantenere alta la concentrazione e a non sottovalutare l’avversario.

Alo Scida un Crotone ormai salvo ospita un Verona in crisi d’identità. I risultati altalenanti dell’ultimo periodo fortunatamente non hanno minato il primo posto ma guai a tirare troppo la corda anche perché questo è il momento della stretta finale e approfittare della crisi di risultati del Pescara potrebbe essere decisivo in chiave promozione diretta.

Al San Francesco invece, arriva la Reggina, che dopo il pareggio conquistato la settimana scorsa ha detto quasi addio alla possibilità di raggiungere i play off. I calabresi dovranno fare a meno di Emerson, Cosenza e Bonazzoli, squalificati, oltre che di Adejo infortunato e Campagnacci a mezzo servizio. Non se la passa meglio la Nocerina che ha però dalla sua motivazioni e cattiveria in più da vendere alla luce degli ultimi ottimi risultati. Speriamo in uno stadio gremito che possa infuocare gli ancora di più gli animi dei calciatori rossoneri che stanno davvero mettendocela tutta per raggiungere questo importantissimo traguardo.

La giornata si chiuderà lunedì con gli anticipi Livorno – Cittadella e Varese – Grosseto


 

Arturo De Filippis, ForzaNocerina.it