Cassia: “a Grosseto per giocarcela”

Cassia: “a Grosseto per giocarcela”

Siederà in panchina al posto di mister Auteri, squalificato, e proverà a metterci del suo per portare i molossi alla vittoria. A quarantotto ore dalla sfida dello Zecchini il tecnico in seconda Cassia analizza la situazione dei molossi partendo dalla lunga lista di infortunati: “abbiamo parecchi giocatori che non sono al meglio,” spiega l’allenatore rossonero in conferenza stampa, “per Merino il problema è di lieve entità, bisognerà capire se è il caso di rischiarlo ma la sua convocazione non dovrebbe essere in dubbio; Catania sta recuperando e sarà sicuramente tra i convocati mentre Negro non dovrebbe farcela: di certo chi non ha lavorato molto in settimana difficilmente potrà avere i novanta minuti nelle gambe.” Mancheranno molti elementi e mancherà anche mister Auteri in panchina: “le scelte sulla formazione dipenderanno dalla condizione fisica degli acciaccati,” spiega ancora Cassia, “valuteremo domani quale modulo scegliere a seconda dei calciatori che avremo a disposizione: abbiamo una certa abbondanza in difesa ed a centrocampo ma bisognerà valutare con attenzione la composizione dell’attacco; il mister non sarà in panchina ma questo non dovrà essere un problema: tra noi c’è una certa telepatia e sappiamo bene entrambi che indicazioni dare alla squadra.”
C’è voglia di cercare il colpo importante allo Zecchini: “andremo a Grosseto per giocarcela nonostante le assenze,” prosegue il tecnico in seconda dei molossi, “l’obiettivo sarà quello di fare una buona gara e di non regalare niente agli avversare; speriamo di trarre il massimo da questa trasferta e di sfatare il tabù esterno che ci portiamo dietro da un po’ di tempo, provandoci fino all’ultimo minuto, come abbiamo fatto nell’ultima gara casalinga contro l’Empoli.” E contro l’Empoli sono arrivati i tre punti nonostante l’ennesima disattenzione difensiva: “stiamo cambiando tanto anche per porre rimedio ai problemi difensivi,” prosegue Cassia, “il problema c’è ancora, perché continuiamo a subire gol, ma sicuramente la squadra con i nuovi innesti ha maggiore consistenza rispetto al passato; siamo cresciuti a livello atletico ma anche a livello caratteriale, mettendo in campo quella voglia di giocarcela fino all’ultimo minuto che magari in qualche partita di metà campionato era mancata.” In chiusura qualche parola su Farias e Barusso, due calciatori a caccia di riscatto: “Farias è un calciatore importante per noi, può dare tanto e lo ha dimostrato contro l’Empoli ma dovrà fare anche meglio rispetto a quella partita;” conclude Cassia, “a centrocampo mancherà Parola e non escluderei dal potenziale undici titolare Barusso; anche lui ha fatto bene nei minuti a disposizione Sabato pomeriggio.”

Filippo Attianese, ForzaNocerina.it