Concetti: “condannati dagli episodi”

Concetti: “condannati dagli episodi”

Una sconfitta bruciante quella di Genova, una sconfitta che ancora è nella mente dei calciatori rossoneri. L’estremo difensore Concetti prova ad analizzarla a mente fredda, partendo da quanto accaduto al Ferraris nei primi minuti di gioco: “siamo stati condizionati fortemente da due episodi,” spiega il portiere molosso, “i due gol subiti nel primo quarto d’ora dal campo sembravano in fuorigioco; questo ha reso più difficile la nostra gara perché quando vai sotto contro una squadra come la Sampdoria in un campo del genere, con la sensazione di aver subito un torto, diventa davvero complicato.” Insomma il doppio svantaggio ha messo in difficoltà la Nocerina: “la partita è cambiata totalmente dopo pochi minuti,” prosegue Concetti, “non siamo riusciti a fare quello che volevamo ma non credo che il problema sia stato solo del reparto difensivo; è tutta la squadra che ha sofferto, è sempre ingiusto parlare di singolo o, ad esempio, tirare la croce su Castaldo perché ha sbagliato un’occasione importante.”
E la difesa resta sotto accusa, con quasi sessanta reti al passivo: “sappiamo che abbiamo problemi nella fase difensiva,” ammette Concetti, “sicuramente c’è qualcosa di fondo che non va perché abbiamo cambiato nel corso del campionato tre portieri ed almeno dieci difensori ma continuiamo a prendere gol; purtroppo quando una squadra vuole proporre il proprio gioco può capitare di scoprirsi e di subire le ripartenze e noi siamo portati naturalmente a fare la partita ed a prenderci rischi.” A confortare i rossoneri è la ritrovata compattezza: “la squadra ha cambiato registro dopo il derby contro la Juve Stabia,” precisa Concetti, “certo ora sarebbe utile trovare una certa continuità di risultati; i tre punti sono importanti ma in qualche partita anche conquistare un pareggio, soprattutto fuori casa, potrebbe essere utile sia per il morale che per la classifica.”
Contro l’Empoli, però, non ci sarà margine d’errore nonostante le pesanti assenze: “toccherà al mister fare le sue valutazioni per sostituire gli assenti,” spiega Concetti, “avremo delle assenze pesanti ma abbiamo recuperato Giuliatto e sono sicuro che chi andrà in campo darà il massimo; tutti i componenti della rosa sono all’altezza ed hanno tutti voglia di dare il massimo per provare a raggiungere l’obiettivo che ci siamo prefissati.” In chiusura qualche parole sulla questione calcioscommesse che rischia di far saltare il calcio italiano: “il calcio per noi è una passione e queste cose fanno male,” conclude Concetti, “sorprende ancora di più che a farle siano calciatori di Serie A; ce lo si potrebbe aspettare da un calciatore di categorie inferiori che magari ha difficoltà economiche ma da chi è alle soglie del grande calcio questi comportamenti sono incredibili.”

Filippo Attianese, ForzaNocerina.it