Laverone: ”Reggina squadra pericolosa”

Laverone: ''Reggina squadra pericolosa''

È stato protagonista assoluto del match di Grosseto con una doppietta che ha regalato ai molossi tre punti fondamentali. Lorenzo Laverone torna sulla gara dello Zecchini, analizzando la sua prestazione e la sua doppietta: “il modulo adottato mi ha permesso di giocare venti metri più avanti,” spiega il terzino rossonero a microfoni e taccuini, “per questo motivo sono potuto arrivare con maggiore continuità sotto porta, anche perché avevo una certa copertura alle spalle ed il loro esterno sinistro, Calderoni, stringeva molto al centro e mi lasciava spazio: non bisogna però abituarsi troppo bene, sono arrivati due gol, sono contento, ma non è il mio mestiere fare gol ma piuttosto farli fare.”
Per Laverone sarà una sfida particolare, da ex: “sono stato a Reggio Calabria nel mio primo anno di Serie B ed ho ottimi ricordi dell’ambiente,” spiega il laterale molosso, “abbiamo disputato un gran campionato, siamo arrivati ai play-off ed abbiamo sfiorato la promozione in Serie A: in squadra sono rimasti tanti compagni della passata stagione e li saluterò volentieri così come saluterò con piacere il direttore Giacchetta.” Ma dopo i saluti non ci sarà spazio per i sentimenti: “vogliamo i tre punti,” prosegue Laverone, “quelle di Cosenza e Bonazzoli sono due assenze importanti; non dobbiamo però pensare che questo faciliterà il nostro compito: loro avranno delle motivazioni importanti per il cambio di allenatore e restano una squadra con tanta qualità; lo stesso Bonazzoli magari in questa stagione non ha segnato molto ma resta un calciatore molto importante.”

 

 

Filippo Attianese, ForzaNocerina.it